Altro blitz dei carabinieri, 14 arresti: è la “firma” del colonnello Basilicata

Quarta settimana di controlli a largo raggio: 14 arresti, di cui 11 in flagranza di reato. Le operazioni più importanti a Foggia e Cerignola. Col. Basilicata: "Calo di reati porterà rinnovata fiducia nel territorio"

Carabinieri di Foggia

Più uomini in strada e controlli massicci del territorio di Capitanata, durante il week-end. E’ questa la filosofia del colonnello Antonio Basilicata, nuovo comandante provinciale dei carabinieri di Foggia, la “firma” in calce all’attività dei militari dell’Arma. “Sono fermamente convinto che da un maggiore controllo del territorio derivi una maggiore qualità della vita”, ha spiegato Basilicata, sottolineando come in poche settimane di attività si sia già registrato un discreto calo di reati.

“E’ ancora presto per parlare di dati e percentuali, ma ne potremo discutere, numeri alla mano, entro Natale”, ovvero allo scadere del primo trimestre di attività. “Credo che il calo dei reati potrà portare, alla lunga, una rinnovata fiducia nel territorio – conclude – un volano per sviluppo economico di questa terra”.

Un mese fa il suo insediamento. Oggi, a distanza di quattro settimane, Basilicata mantiene le promesse illustrando i risultati del controllo “a tappeto” effettuato nel territorio di Capitanata nel fine settimana, il quarto dal suo arrivo.

L’attività ha visto oltre 100 militari impegnati, coadiuvati a Foggia e Cerignola anche dal personale della compagnia di intervento operativo proveniente dall’1° BTG di Bari. I numeri di tale operazione sono rilevanti: 14 gli arresti eseguiti (11 dei quali in flagranza di reato, gli altri 3 in esecuzione di provvedimenti emessi dall’autorità giudiziaria), 9 i deferimenti in stato di libertà, diverse le dosi di sostanza stupefacente sequestrate e 4 i soggetti segnalati alle Prefetture competenti quali assuntori di stupefacenti.

Ma non è tutto: nel corso del servizio, infatti, sono state identificate 1047 persone, controllati 201 soggetti agli arresti domiciliari o sottoposti a misure alternative alla detenzione e 681 automezzi, mentre 176 sono state le contravvenzioni elevate per violazione del codice della strada, 24 i mezzi sequestrati tra veicolo e ciclomotori, 20 i documenti di circolazione ritirati, 19 le strutture ricettive e tre centri benessere controllati e 53 le perquisizioni personali, veicolari e domiciliari eseguite.

FOGGIA | Nell’ambito di tali servizi, i militari dell’Arma hanno tratto in arrestato il 33enne Rodolfo Bruno, in ottemperanza dell’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura generale della Repubblica di Bari. L’uomo dovrà scontare la pena di 8 anni di reclusione per il tentato omicidio in danno di Franco Vitagliani. Il fatto risale al 25 marzo del 2003, quando in Via Monsignor Farina, a Foggia, Bruno esplose alcuni colpi di fucile e pistola all’indirizzo della vittima che venne attinta al collo e alla spalla sinistra non in modo mortale.

CERIGNOLA | I carabinieri hanno tratto in arresto due cittadini bulgari domiciliati nella città del basso Tavoliere, di 47 e 43 anni, perché presunti responsabili del reato di ricettazione. I militari, infatti, hanno trovato nelle loro disponibilità 10 auto (scocche e componenti ormai già smontate) di provenienza furtiva e 100 kg di rame proveniente da cavi elettrici. Il sequestro è avvenuto durante la perlustrazione delle aree rurali in località “Posta Fara”, dove i carabinieri hanno notato le autovetture quasi completamente smontate abbandonate lungo l’argine del fiume Ofanto.

Ispezionata l’area, gli uomini in divisa hanno sorpreso i due malviventi mentre erano intenti a smontare alcuni pezzi da una Ford Fiesta, risultata rubata a Molfetta. I due uomini avevano in “dotazione” due cassette metalliche piene di attrezzi, chiavi e utensili di vario genere e 3 sacchi di iuta piene di cavi elettrici di rame da cui era stata già tolta l’originaria guaina di plastica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corsa contro il tempo per Domenico, il 37enne e padre di due bambini colpito da una rara malattia: "Aiutateci a salvarlo"

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Checco Zalone ospite da Fiorello, cita Foggia e divide: "Delinquenza e povertà, ma almeno c'è il bidet"

  • Ultim'ora | Operazione 'Nettuno', 4 arresti nella Capitaneria di Porto di Manfredonia

  • 400 ulivi tagliati 'con le mani', amaro risveglio nei campi di Stornarella. La vittima: "Buon miserabile Natale anche a voi!"

  • Da cinque anni alimentava casa e ristorante con l'elettricità rubata all'Enel: furto da 85mila euro

Torna su
FoggiaToday è in caricamento