Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Furti alla Benetton e in un parcheggio: cinque arresti in città, 7 in provincia

Tre arresti per il furto di un'auto avvenuto nel parcheggio degli Ospedali Riuniti. Un arresto per un tentato furto alla Benetton

Non ci saranno stati arresti eccellenti, ma l'operazione del fine settimana del comando provinciale dei carabinieri è stato pur sempre un ottimo lavoro di prevenzione e controllo a largo raggio che nel fine settimana ha portato all’arresto di 12 persone di persone, di cui otto in flagranza di reato. Positivi i dati derivanti dai controlli effettuati sul piano della sicurezza: 980 le persone identificate, 430 i veicoli controllati, 45 perquisizioni domiciliari, personali e veicolari.

Cinque di questi sono stati compiuti a Foggia. Tre per il furto di un’auto avvenuto nel parcheggio interno degli Ospedali Riuniti di Foggia, uno per un curioso furto alla Benetton, un altro per essere stato sorpreso alla guida di una Fiat Stilo con targa appartenente ad altra autovettura rubata a luglio a Vasto.

Altre due persone sono state arrestate a Cerignola. Il titolare di un locale per furto di energia elettrica. I carabinieri infatti hanno accertato che presso il suo locale erano stati manomessi i contatori dell’energia elettrica, tant’è che vi erano cavi che fuoriuscivano dal muro vicino al contatore. Giunti sul posto, i  tecnici dell’Enel hanno accertato la presenza di un pericoloso allaccio abusivo.

Un 53enne invece è finito in manette perché durante un controllo è emerso che l’uomo era intento ad asportare il carburante contenuto nei serbatoi delle auto parcheggiate con modalità mediante un tubo di gomma, bottiglie di plastica e attrezzature varie.

A San Marco in Lamis, un uomo classe 1963, è stato arrestato perché all’interno della recisione dell’Ospedale Civile “Umberto I”  stava portando via cinque sacchi di cemento da un cantiere presente per la ristrutturazione del nosocomio.

Un 25enne invece è stato tratto in arresto poiché destinatario di ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Lucera per il reato di rapina aggravata ai danni di un rumeno dal quale, lo scorso agosto, dopo essersi introdotto nell’appartamento della vittima, dietro la minaccia di una pistola, si sarebbe fatto consegnare il portafogli contenente 2mila euro.

Un quarantenne è stato deferito in stato di libertà per aver sottratto con destrezza, in un ristorante di Torremaggiore, una borsa ad un’avventrice. La refurtiva, del valore complessivo di euro 500 è stata recuperata e restituita alla vittima: Un cinquantenne è stato deferito in stato di libertà poiché a seguito di controllo sulla regolare detenzione di armi, i Carabinieri accertavano l’omessa custodia di tre fucili da caccia; due quarantaseienni, un trentenne ed un ventenne, sono stati denunciati in stato di libertà perché sorpresi alla guida di autovettura senza aver mai conseguito la patente, il terzo per esser stato altresì trovato in possesso di un tagliando assicurativo falso.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti alla Benetton e in un parcheggio: cinque arresti in città, 7 in provincia

FoggiaToday è in caricamento