Fuga a bordo di un’auto rubata, inseguimento e incidente con l’auto dei carabinieri: arrestati fidanzati

Francesco Russo e Adriana Roberto sono stati tradotti nel carcere di Foggia. Dovranno espiare una penna detentiva residua pari a due anni, tre mesi e undici giorni di reclusione

Foto di repertorio

I Carabinieri di Manfredonia hanno tratto in arresto il 28enne Francesco Russo e la fidanzata 26enne Adriana Roberto, in esecuzione di due ordini di carcerazione emessi nei loro confronti dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, Ufficio Esecuzioni Penali.

adriana roberto e francesco russo-2

Una volta rintracciati i due giovani sono stati condotti presso la caserma della Compagnia di Manfredonia e, al termine delle formalità, tradotti presso il carcere di Foggia, dove dovranno espiare una pena detentiva residua pari a due anni, tre mesi e undici giorni di reclusione, oltre al versamento di una pena pecuniaria pari ad 1200 euro ciascuno. I reati per i quali sono stati condannati vanno dal concorso in rapina aggravata alla resistenza a pubblico ufficiale, fino alle lesioni personali dolose aggravate.

I fatti risalgono al 28 novembre 2016, quando la coppietta venne arrestata al termine di un rocambolesco inseguimento mentre erano a bordo di un'auto rubata, dai carabinieri di Cerignola, che erano stati allertati da quelli di Manfredonia. Nella fuga provocarono un grave incidente che coinvolse l’auto dei carabinieri, tre dei quali riportarono ferite per una prognosi dai 10 ai 20 giorni (maggiori dettagli sull’accaduto)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Il Coronavirus non si ferma ma galoppa: 41 nuovi contagi nel Foggiano e 13 morti in Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento