Uno spaccia cocaina mentre è ai domiciliari, gli altri evadono dal domicilio: in tre cadono nella rete dei controlli, arrestati, scatta arresto bis

I controlli messi a segno tra Cerignola e Trinitapoli. Tre persone arrestate: una per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, due per evasione

Il materiale sequestrato

Spaccio di cocaina durante la detenzione domiciliare e violazioni (o piccole evasioni) delle prescrizioni imposte. Per questi motivi, i carabinieri di Cerignola, nel corso dei numerosi controlli svolti nei giorni scorsi ai soggetti sottoposti a limitazioni della libertà personale, hanno arrestato tre persone.

A Cerignola i militari della locale Stazione hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 51enne del posto, già noto ai carabinieri. L’uomo, che si trovava sottoposto agli arresti domiciliari, nel corso di un controllo in abitazione ha assunto un atteggiamento che ha insospettito i carabinieri, che hanno quindi deciso di perquisire la casa, rinvenendo una dose di cocaina nascosta in un cassetto della cucina.

Altre 12 dosi di cocaina erano invece custodite in un tubetto di un noto farmaco, che il 51enne aveva occultato negli slip. Sul tavolo della cucina i militari hanno rinvenuto anche 55 euro in banconote di piccolo taglio. Sostanza stupefacente e denaro sono stati sottoposti a sequestro. Il 51enne è stato arrestato e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari.

Sempre a Cerignola i carabinieri della Sezione Radiomobile hanno arrestato un 22enne cerignolano per il reato di evasione. I militari lo hanno sorpreso mentre, di notte, si stava allontanando senza autorizzazione dalla sua abitazione, dove si trovava sottoposto agli arresti domiciliari. Arrestato, dopo le formalità di rito, è stato nuovamente sottoposto ai domiciliari.

Per lo stesso reato, a Trinitapoli, i militari della locale Stazione hanno arrestato un 57enne del posto, già noto alle forze dell’ordine. I carabinieri alcuni giorni fa si sono recati per un controllo presso la sua abitazione, sita in un condominio, e dopo aver citofonato e atteso per più di mezz’ora, non hanno avuto alcuna risposta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo è stato poi sorpreso mentre scendeva le scale provenendo da un appartamento sito al piano superiore, dove non era autorizzato a recarsi. È stato quindi bloccato e condotto in caserma. Dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • Choc a Foggia: palpeggia il sedere di una ragazza e la schiaffeggia, arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento