Cronaca

Violano gli arresti domiciliari per uscire il sabato sera: riacciuffati uno dopo l’altro dai carabinieri del servizio 'movida'

E’ accaduto a San Severo, dove due uomini del posto sono stati riacciuffati mentre rientravano a casa. Entrambi sono stati nuovamente sottoposti agli arresti domiciliari

Immagine di repertorio

Violano gli arresti domiciliari per uscire il sabato sera, riacciuffati uno dopo l’altro mentre rientrano in casa.

E’ accaduto a San Severo, dove continuano i controlli dei carabinieri, anche nei confronti dei soggetti sottoposti a misure limitative della liberà personale, al fine di verificare il rispetto delle prescrizioni imposte loro.

Lo scorso sabato, in concomitanza con il ‘servizio movida’, una pattuglia dei carabinieri ha effettuato un controllo presso l’abitazione di un 46enne, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per furto in abitazione. I militari, dopo aver inutilmente bussato più volte alla sua porta, ne hanno diramato le ricerche, che si sono concluse poco dopo, quando lo hanno sorpreso mentre stava rincasando a piedi.

Il tempo di terminare le procedure, di redigere gli atti dell’arresto e di sottoporlo nuovamente agli arresti domiciliari, e gli stessi militari hanno proceduto ad un nuovo controllo nei confronti di un altro detenuto domiciliare, questa volta un 28enne che, lasciata addirittura la porta aperta, si era anche lui allontanato senza alcuna autorizzazione.

Anche qui, l'intuizione e lo spirito d’iniziativa dei due carabinieri sono stati premiati. Dopo un appostamento nei pressi dell’abitazione, il giovane è stato fermato mentre stava facendo rientro a casa. Arrestato e condotto in caserma, è stato nuovamente sottoposto alla misura restrittiva. Entrambi, dopo le rispettive udienze di convalida degli arresti davanti al giudice del tribunale di Foggia, sono stati nuovamente sottoposti agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violano gli arresti domiciliari per uscire il sabato sera: riacciuffati uno dopo l’altro dai carabinieri del servizio 'movida'

FoggiaToday è in caricamento