Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca San Severo

Smantellate 13 piazze dello spaccio nella città crocevia della droga. Lamorgese: "Dimostrazione di forza dello Stato"

43 arresti nell'ambito dell'operazione 'Troy' a San Severo. I commenti del ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, del sindaco Francesco Miglio, del Prefetto Maurizio Valiante e dell'assessore regionale al Welfare, Rosa Barone

Il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese si è complimentato con gli uomini della Polizia di Stato che dalle prima luci dell'alba di oggi, 10 ottobre, ha condotto una vasta operazione antidroga - denominata 'Troy' - coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia, che a San Severo ha portato all'arresto di 43 persone (leggi i dettagli).

Grazie a due agenti 'infiltrati', sono estati espugnati i fortini della droga nei quartieri dello spaccio della città dell'Alto Tavoliere, ben 13 piazze di spaccio nei quartieri San Bernardino, Luisa Fantasia detto 'Texas', al 'Ferro di Cavallo' di via Giulio Cesare e in via Mario Carli 'Fort Apache’. Un giro d'affari di cinque milioni di euro al mese. Qui si consumavano le attività illecite e in alcuni casi la droga veniva venduta in abitazioni anche alla presenza di minori o in prossimità di scuole di diverso ordine e grado. 

La titolare del Viminale ha sottolineato l'impegno straordinario di magistratura e forze di polizia nel territorio della 'Quarta Mafia', per contrastare l’aggressione criminale, per "la professionalità" e la "capacità investigativa e operativa".

Per Lamoregese è "una chiara testimonianza dell’attento e quotidiano impegno delle Forze di polizia nella prevenzione e nel contrasto alle attività illecite di gruppi criminali in un mercato della droga estremamente pervasivo che alimenta le piazze di spaccio, esponendo a grave pericolo le nostre comunità ed in particolare i giovani".

Il ministro dell'Interno conclude: "Con operazioni come quella di oggi, lo Stato offre, ancora una volta, una dimostrazione di fermezza e di determinazione contro le organizzazioni criminali che tentano di assumere il controllo del territorio, condizionandone la vita economica e sociale".

Sulla necessità di risanare il tessuto urbano della città di San Severo e sulla collaborazione chiesa all’amministrazione comunale e ai cittadini, al prefetto Maurizio Valiante il sindaco Francesco Miglio, ha fornito ampia rassicurazione sulla disponibilità dell’amministrazione a fare fino in fondo quanto nelle proprie possibilità. "Il Prefetto di Foggia mi ha preannunciato la sua volontà di convocare quanto prima un comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica presso il municipio di San Severo per definire il da farsi ed il ruolo di ognuno in questa battaglia per San Severo. È chiaro che qualunque cosa sarà deciso a quel tavolo è essenziale che venga accompagnato dalla voglia della comunità intera di riscattare la nostra città. Noi faremo il nostro senza esitazione. Ciò nondimeno in questo momento lancio un appello ai miei concittadini ad essere uniti e coesi, a sostenere con fiducia e convinzione l’azione delle Istituzioni, senza polemiche ed inutili divisioni. Mi piacerebbe tanto che in questa battaglia tutti avessimo un unico partito, la nostra città, ed un’unica ideologia: il bene di questa terra. Mi piacerebbe tanto che il mio successore alla carica di Sindaco di San Severo non incontrasse mai ( come è capitato a me) lo sguardo diffidente dell’interlocutore dopo aver appreso la provenienza geografica. Sarei soddisfatto e appagato se nel periodo conclusivo della mia sindacatura riuscissi a completare le opere avviate e a fare,fino al massimo delle mie possibilità, quanto serve per rigenerare fiducia ed orgoglio di appartenenza nei miei concittadini. Noi, come al solito, ci metteremo in gioco.  Lo abbiamo già fatto, ma ora bisogna essere uniti e pronti alla collaborazione, tutti. Ed è questo l’appello che lancio a tutti e ciascuno di voi, cittadini di San Severo".

Per il numero uno della Prefettura, "è un risultato di grande valenza che rappresenta una importante risposta di sicurezza da parte della 'Squadra Stato' e che va a rafforzare in maniera decisiva il senso di fiducia della comunità nei confronti delle istituzioni, della magistratura e delle forze di polizia, che hanno posto in essere un tenace e rigoroso lavoro di intelligence, a dimostrazione delle efficaci strategie di prevenzione e contrasto mirate al riprisino della legalità in un contesto molto esposto alle influenze criminali".

"Nel terzo millennio un tale degrado a livello sociale e culturale è impensabile e stiamo lavorando affinché vi sia un cambio culturale a San Severo motivo per cui abbiamo avviato il tavolo di confronto con tutte le parti chiamate in causa e siamo in costante contatto con il sindaco Miglio, a cui più volte abbiamo ribadito massima disponibilità a collaborare per le iniziative che riterrà opportune. La dignità dei nostri cittadini non può essere ancora calpestata, a maggior ragione quando si tratta di minori. Sono grata alle forze dell’ordine e alla magistratura a cui rivolgo il mio grande riconoscimento” il commento dell'assessore regionale al Welfare, Rosa Barone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smantellate 13 piazze dello spaccio nella città crocevia della droga. Lamorgese: "Dimostrazione di forza dello Stato"
FoggiaToday è in caricamento