Spaccio di droga e metadone in Val Pescara, arrestato cerignolano

E' considerato il referente di Scafa e del presunto basista 56enne di Francavilla al Mare. Il blitz è avvenuto nell'ambito dell'operazione "Sinergia Popoli e Chieti" di carabinieri e polizia

Il cerignolano agli arresti domiciliari

Tra gli arrestati dell’Operazione Sinergia di Popoli e Chieti relativa al traffico e allo spaccio di metadone e droga in Val Pescara, c’è anche un 31enne di Cerignola.

Considerato il referente di Scafa, città dove attualmente risiede e di D.R.E., presunto basista 56enne di Francavilla al Mare, M.A. è finito agli arresti domiciliari insieme ad altre quattro persone.

Come hanno spiegato nella conferenza stampa congiunta il capitano dei Carabinieri della Compagnia di Popoli, Pasquale Del Giudice e il capo della Squadra Mobile di Chieti, Francesco Costantini, l'indagine è partita nell'agosto del 2010, dopo controlli e attività di pedinamento che avevano portato alla luce lo spaccio di metadone e droga di alcuni indagati nei pressi del Sert di Tocca da Casauria.

Secondo gli investigatori, le sostanze stupefacenti venivano acquistate da tre albanesi a Pescara e a Francavilla al Mare e poi spacciate in Val Pescara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento