rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca Cerignola

Spaccio di droga e metadone in Val Pescara, arrestato cerignolano

E' considerato il referente di Scafa e del presunto basista 56enne di Francavilla al Mare. Il blitz è avvenuto nell'ambito dell'operazione "Sinergia Popoli e Chieti" di carabinieri e polizia

Tra gli arrestati dell’Operazione Sinergia di Popoli e Chieti relativa al traffico e allo spaccio di metadone e droga in Val Pescara, c’è anche un 31enne di Cerignola.

Considerato il referente di Scafa, città dove attualmente risiede e di D.R.E., presunto basista 56enne di Francavilla al Mare, M.A. è finito agli arresti domiciliari insieme ad altre quattro persone.

Come hanno spiegato nella conferenza stampa congiunta il capitano dei Carabinieri della Compagnia di Popoli, Pasquale Del Giudice e il capo della Squadra Mobile di Chieti, Francesco Costantini, l'indagine è partita nell'agosto del 2010, dopo controlli e attività di pedinamento che avevano portato alla luce lo spaccio di metadone e droga di alcuni indagati nei pressi del Sert di Tocca da Casauria.

Secondo gli investigatori, le sostanze stupefacenti venivano acquistate da tre albanesi a Pescara e a Francavilla al Mare e poi spacciate in Val Pescara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga e metadone in Val Pescara, arrestato cerignolano

FoggiaToday è in caricamento