Violano le restrizioni anticontagio, si spostano da una città all'altra per fare scorte (ma di stupefacenti): arrestati tre giovani

Sequestrato tutto lo stupefacente acquistato. I carabinieri li hanno sorpresi e arrestati con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti Ora sono agli arresti domiciliari

Il materiale sequestrato

Lucerini in trasferta, violano i provvedimenti anti-Covid per andare a San Severo e fare la spesa… di stupefacenti.

Accade anche questo, in tempo di pandemia. I provvedimenti governativi che limitano il movimento non scoraggiano gli assuntori e gli spacciatori di droga, ma l’incessante lavoro dei militari della Compagnia Carabinieri di San Severo, in perfetta sinergia con la Procura di Foggia, prosegue senza sosta. Quanto accaduto nello scorso fine settimana a San Severo ne costituisce pieno riscontro.

Il personale della sezione radiomobile, nel corso degli ininterrotti controlli finalizzati a verificare il rispetto delle disposizioni anti-Covid, ha notato una autovettura, con a bordo tre giovani, due ragazzi e una ragazza, che girovagavano tranquillamente per le strade cittadine, facendo, stranamente, brevi soste e ripartenze. I militari, insospettiti da tale comportamento, hanno deciso di effettuare un controllo ed eventualmente sanzionare l’irregolare presenza dei tre soggetti fuori dalle proprie abitazioni.

Una volta fermata l’autovettura e chiesti i documenti agli interessati, è stato accertato che si trattava di tre ragazzi di Lucera, ed è stata chiesta loro l’autocertificazione comprovante i motivi per i quali si trovavano in un Comune diverso dal proprio. I giovani erano tutti sprovvisti di autocertificazione e le motivazioni addotte erano subito sembrate fantasiose e per di più discordanti fra loro.

Inoltre, durante il controllo, i militari hanno notato un particolare nervosismo dai parte dei ragazzi e, a un certo punto, uno di loro con alcuni movimenti cercava di occultare una borsa sotto i sedili dell’auto, azione che non è sfuggita all’attenzione dei militari. Per tale motivo, i carabinieri hanno deciso di approfondire il controllo perquisendo sia i giovani che l’autovettura. I sospetti presto si trasformavano in realtà, poiché proprio all’interno della borsetta, celata sotto un sedile, gli operanti hanno recuperato mezzo chilo circa di hashish suddiviso in 4 panetti e 50 grammi di cocaina, nonché circa 600 euro in contanti in banconote di vario taglio.

In definitiva i tre giovani erano andati a San Severo per fare scorte di stupefacenti.  Per tale motivo, i giovani lucerini sono stati condotti presso gli uffici della Compagnia dove è stato contestato loro il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e sono stati tratti in arresto. Il Pubblico Ministero di turno della Procura di Foggia, informato dell’evento, nel condividere pienamente l’operato dei carabinieri, ha disposto per tutti e tre la traduzione presso la casa circondariale di Foggia, in attesa di udienza di convalida, a seguito della quale i tre ragazzi sono stati sottoposti agli arresti domiciliari nelle rispettive abitazioni.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento