menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raffica di arresti, fiumi di droga dall'Albania correvano sull'asse Foggia-BAT: i nomi

Operazione antidroga della polizia in Puglia: arresti a Barletta, Andria e in Albania. Un arresto a Cerignola, un altro a Foggia e un altro a Manfredonia

Nell'ambito dell'operazione della Polizia di Stato contro un’organizzazione criminale Italo-albanese ed un'altra organizzazione andriese-cerignolana, nel corso della quale sono stati arrestati numerosi esponenti di un’organizzazione transnazionale dedita al traffico di sostanze stupefacenti, operante in diverse regioni del sud Italia e paesi europei, è emerso che la città di Foggia rappresentava una vera e propria centrale operativa.

Nel capoluogo dauno, infatti, giungevano ingenti quantitativi di stupefacenti che venivano poi smistati in altre località quali Cerignola, San Salvo, Pescara e Barletta; successivamente, altri brokers provvedevano a cedere le partite di droga ai vari acquirenti provenienti da diverse regioni d’Italia.

Questi i provvedimenti cautelari eseguiti

Giuseppe Asseliti nato a Barletta, classe ’71;

Andrea Barile nato a Barletta, classe ’73;

Denis Bimi nato a Scutari (Albania), classe ’90;

Nicola Coratella nato ad Andria, classe ’61;

Gerardo Curci nato a Cerignola, classe ’73;

Rosa Di Bari nata ad Andria, classe ’77;

Ciro Gargiulo nato a Lettere (Napoli) classe ’63;

Michele Pesante nato a Manfredonia classe ’74;

Savino Piccolo nato a Barletta, classe ’69;

Giuseppe Rion dino nato a Barletta, classe ’76;

Giuseppe Rizzi nato a Barletta, classe ’74;

Besmir Sylja nato a Shkoder (Albania), classe ’94;

Rocco Tocco nato a Foggia, classe ’55;

Raffaele Vaccina nato ad Andria, classe ’75;

Luan Delay nato in Albania, classe ’70.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento