menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crac da 500 milioni ai 'Don Uva' di Bisceglie, Foggia e Potenza: 10 arresti

Le indagini si inquadrano nell'ambito del crac da circa 500 milioni di euro subito dalla Congregazione Ancelle Divina Provvidenza con sedi in Bisceglie Foggia e Potenza

Dieci arresti, tre in carcere e sette ai domiciliari, emessi dal Gip del Tribunale di Trani su richiesta della locale Repubblica, sono scattati questa mattina ad opera dei militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Bari (Nucleo di Polizia Tributaria). Gli arrestati - in riferimento al crac degli ospedali Opera 'Don Uva' - sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta e per altri reati.

TUTTI I DETTAGLI DELL'INCHIESTA 'ORO PRO NOBIS'

Le indagini si inquadrano nell’ambito del crac da circa 500 milioni di euro subìto dalla Congregazione Ancelle Divina Provvidenza con sedi a Bisceglie, Foggia e Potenza, oggi in Amministrazione Straordinaria ai sensi della legge Prodi bis. Nell'ambito dell'operazione è stato sequestrato anche un immobile.

Maggiori dettagli saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà presso l’Ufficio del Procuratore Capo del Tribunale di Trani alle ore 10.30 odierne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'impianto di compostaggio di San Severo si farà: ha vinto Saitef, il Consiglio di Stato certifica il 'pasticcio' del Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento