Il clan dei Montanari non usa cellulari e dà filo da torcere agli investigatori: la custodia di armi e droga agli incensurati, nessuno collabora

Complessivamente sono stati intercettati 88 bersagli telefonici e 15 ambientali. Ricostruiti e smantellati i rapporti stretti con la 'Ndrangheta e la Camorra

Al di là del risultato immediato - i 24 arresti eseguiti tra i vertici dei clan Li Bergolis e Papa operanti rispettivamente nei territorio di Monte Sant’Angelo e Lucera - le risultanze investigative dell’operazione ‘Friends’ rappresenta una miniera di informazioni che permettono di meglio interpretare e comprendere le dinamiche delle organizzazioni criminali operanti nel Foggiano.

“Tutti risultati portati a casa solo grazie al lavoro di magistratura e forze dell’ordine, senza uno straccio di collaboratore di giustizia, come spesso accade nel Foggiano”, tuona il procuratore Giuseppe Volpe. L’attività è stata realizzata anche attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali, utilizzo di droni e altre apparecchiature per le videoriprese. In un caso, una telecamere scoperta da Enzo Miucci, personaggio di spicco della criminalità garganica, inserito nel gruppo Li Bergolis, è stata fatta manomettere dal figlio minorenne, come una sorta di ‘iniziazione’, un apprendistato sul campo, come commentano i sostituti procuratori della DDA di Bari, che ha coordinato le attività.

La logica della violenza e della guerra con il 'lavoro sporco' degli incensurati: così si strutturano le mafie foggiane 

Proprio Miucci ha dato filo da torcere agli investigatori: “Non ha mai usato un telefono cellulare”, spiega il pm Giuseppe Gatti. “Questa è una caratteristica del clan dei Montanari: indica la straordinaria capacità di controllo del territorio di chi assume un ruolo di vertice, un lusso che ci si può permettere”, spiega. Inoltre, soprattutto i garganici ‘sfruttano’ incensurati e insospettabili del posto come custodi di armi e droga. “Si nota - continua Gatti - la difficoltà di questi soggetti nell’assumere il compito, ma alla fine prevale la rigida sottoposizione alle regole della gerarchia”.

VIDEO | Operazione antimafia nel Foggiano: le immagini degli arresti e del blitz che ha inchiodato i clan Li Bergolis e Papa 

Complessivamente sono stati intercettati 88 bersagli telefonici e 15 ambientali. “Abbiamo accertato - ed è una evoluzione degli ultimi tempi - gli stretti rapporti e legami tra vari gruppi criminali della provincia di Foggia. Non si ragiona più per compartimenti stagni”, spiega il procuratore aggiunto Francesco Giallella, “Ma esistono rapporti importanti e decisivi, alleanze come rivalità, che superano il distretto di Bari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E’ il caso di Lucera (clan Papa, ndr) che ha rapporti con esponenti della Camorra, acquisisce stupefacenti dalla criminalità di Cerignola e ha rapporti per la vendita dello stupefacente con pusher foggiani, molisani e abruzzesi. Una diramazione che va al di là dei confini regionali, per un quadro sempre più complesso”. Così come il clan Li Bergolis ha rapporti con i calabresi per il traffico di armi e droga. L’attività di questa mattina, che ha visto oltre 200 uomini in campo con i reparti speciali di polizia e finanza (operati anche sequestri di beni per oltre 2 milioni di euro), ha ‘spaccato’ la Capitanata in due: da Foggia a Lucera, fino a Monte Sant’Angelo per infliggere un nuovo colpo ai clan delle mafie di Capitanata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Regionali Puglia: i risultati in diretta

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Foggia fa il botto di consiglieri regionali: ecco i nomi dei 'Magnifici 10' che rappresenteranno la Capitanata in Puglia

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Chi potrebbe andare a Bari: ok Piemontese e Tutolo. Incertezza nel centrodestra, in bilico anche Rosa Barone

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento