Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Cerignola

Cerignola, truffa Inps: 7 persone arrestate per associazione a delinquere

Avrebbero truffato oltre 4 milioni di euro ai danni dell'Inps. In manette un funzionario infedele e 6 mediatori che si sarebbero accordati con presunti "malati immaginari"

I finanzieri della tenenza di Cerignola hanno scoperto una associazione a delinquere che, attraverso la sede Inps di Cerignola, ha indebitamente liquidato indennità per malattia relative a circa 100.000 giornate di assenza dal lavoro. Le indagini, che hanno preso in esame l’intero anno 2009 ed i primi mesi del 2010, hanno consentito di accertare come fosse possibile avviare, pur in assenza di certificati medici giustificativi, la procedura informatizzata per il pagamento di indennità previdenziali.

Questa la dinamica del fenomeno: dei “mediatori” si accordavano con i “malati immaginari che si rendevano disponibili a fornire le proprie generalità in cambio della metà delle indennità per malattia indebitamente percepite; successivamente, i “mediatori” fornivano a funzionari Inps infedeli le generalità dei “malati immaginari” compiacenti; i funzionari provvedevano quindi ad inserire nel sistema informatico i dati necessari ad attivare la corresponsione delle indebite indennità per malattia; incassate le indennità previdenziali dai “malati immaginari”, l’associazione a delinquere procedeva alla ripartizione del ricavato della frode.

I finanzieri hanno stimato che l’associazione a delinquere ha perpetrato un danno alla spesa pubblica superiore ai quattro milioni di euro. I “malati immaginari” che hanno indebitamente beneficiato delle indennità di malattia sono circa 1500 per l’anno 2009 e 3000 per l’anno 2010. Gli inserimenti informatici operati in assenza di qualunque certificazione sanitariasono oltre 10.000.

Quattordici persone sono state sinora deferite all’autorità giudiziaria e, nella mattinaodierna, i reparti della Guardia di Finanza della provincia di Foggia hanno tratto in arresto e tradotto nel carcere del capoluogo un funzionario inps infedele, in servizio presso la sede di Cerignola, e sei “mediatori”, di cui tre gestori di patronati per l’assistenza ai lavoratori.

Sono al vaglio dell’autorità giudiziaria le posizioni personali di tutti i restanti soggetti coinvolti nella frode.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerignola, truffa Inps: 7 persone arrestate per associazione a delinquere

FoggiaToday è in caricamento