Cronaca Cerignola / Corso Aldo Moro

La villa come piazza di spaccio, la droga nascosta in un muro: due arresti a Cerignola

E' quanto scoperto dai carabinieri di Cerignola. A finire in manette, Danilo Di Donato, di 19 anni, con piccoli precedenti di polizia, e un complice diciassettenne. L'attività a seguito delle denunce di alcuni genitori

La villa comunale come piazza di spaccio; la droga da smerciare nascosta dentro un buco ricavato in un muro. E' quanto scoperto dai carabinieri di Cerignola, all'esito di una serie di controlli del territorio che hanno portato all'arresto di due giovanissimi del posto. A finire in manette, Danilo Di Donato, di 19 anni, con piccoli precedenti di polizia, e un complice diciassettenne, entrambi di Cerignola, accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, i militari della Stazione di Cerignola, dopo varie segnalazioni ricevute da alcuni genitori di giovani, hanno predisposto un servizio di osservazione all’interno del parco. Al termine del servizio, durato alcune ore, i militari hanno bloccato i due giovani mentre stavano prelevando la droga da un buco ricavato in un muro.

Infatti, all’interno del foro, i carabinieri hanno rinvenuto 37 grammi di hashish e 5 di cocaina, già confezionati per lo spaccio, che i due si stavano accingendo a prendere per la successiva consegna a degli assuntori. Su disposizione dei Pubblici Ministeri competenti, entrambi gli arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La villa come piazza di spaccio, la droga nascosta in un muro: due arresti a Cerignola

FoggiaToday è in caricamento