Droga al 'San Samuele': due spacciavano in strada, il terzo supervisionava dal balcone

Il bilancio dell'ultima operazione antidroga nel quartiere popolare San Samuele, dove negli ultimi mesi sono stati sequestrati cospicui quantitativi di stupefacenti e di armi, nei vani ascensore che in buche scavate sottoterra

Immagine di repertorio

E’ di tre arresti il bilancio dell’ultima operazione antidroga dei carabinieri di Cerignola, condotta nel quartiere popolare San Samuele, dove negli ultimi mesi sono stati sequestrati cospicui quantitativi di stupefacenti e di armi, rinvenuti sia nei vani ascensore che in buche scavate sottoterra.

Nella serata di ieri, i carabinieri - dopo un prolungato servizio di appostamento e osservazione -  hanno tratto in arresto Natale Filannino di 46 anni, Francesco battaglino di 21 e Alessadro Tessa di 20, tutti cerignolani, i primi due pregiudicati e il terzo fino a ieri incensurato.

I militari, dopo aver assistito a vari "scambi" tra Battaglino, Tessa e vari soggetti non residenti nel quartiere, che si infilavano nella palazzina popolare per poi andare via subito dopo, sono entrati in azione. I due, avvisati dal Filannino, che dal primo piano della sua abitazione faceva loro da “palo”, dell’arrivo dei carabinieri, immediatamente gli hanno lanciato lo stupefacente, che il giovane ha subito nascosto in casa.

Il passaggio, però, per quanto repentino non è sfuggito ai militari, che dopo un’accurata perquisizione della sua abitazione hanno trovato 92 grammi di hashish e 43 di marijuana stipati tra i meccanismi della lavatrice di casa. Addosso ai due spacciatori, neanche ventenni, è stata invece rinvenuta la somma di denaro contante di circa 1800 euro, della cui provenienza, ovviamente, i due non sono stati in grado a fornire alcuna valida spiegazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti e tre sono stati quindi arrestati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e, su disposizione del P.M. di turno, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, mentre lo stupefacente e il denaro, ritenuto provento dell’attività di spaccio, sono stati sottoposti a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Coronavirus: 75 casi in provincia di Foggia, in Puglia sono 301 e tre morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento