Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sorpresi a 'cannibalizzare' auto nel letto del fiume: scatta il blitz a Cerignola, presi due uomini (si cerca il complice)

Dopo un lungo inseguimento a piedi, i militari hanno bloccato due soggetti, un rumeno di 40 anni ed un nigeriano di 31 anni, quest'ultimo incensurato. Il terzo complice, invece, è riuscito a dileguarsi | Il video

 

Sorpresi a smontare e cannibalizzare autovetture nel letto asciutto del fiume Carapelle: due arresti dei carabinieri, è caccia al terzo uomo.

E’ accaduto alcuni giorni fa, a Cerignola, dove i militari, nel corso di un servizio di perlustrazione delle aree periferiche della città ofantina, giunti in località Tressanti, hanno notato la presenza di alcuni veicoli e di tre soggetti che, in pieno pomeriggio, stavano procedendo alla cannibalizzazione di due autovetture.

I militari sono intervenuti sul posto e, dopo un lungo inseguimento a piedi, hanno bloccato due soggetti, un rumeno di 40 anni, già noto alle forze dell’ordine, ed un nigeriano di 31 anni, incensurato. Il terzo complice è riuscito a dileguarsi, facendo perdere le proprie tracce. Successivamente, i carabinieri hanno constatato la presenza di una Volkswagen Polo e di una Renault Capture, entrambe risultate rubate il giorno stesso, la prima a Martinsicuro (Te) e la seconda a Trani (Bt).

Le auto erano state già in parte smontate e le loro parti meccaniche erano state caricate su un Fiat Ducato, con telaio completamente abraso. Sul posto i militari hanno notato la presenza di altre due autovetture, con ogni probabilità usate dai tre complici per raggiungere quella località: una Fiat Stilo ed una Fiat Punto, su cui sono in corso accertamenti per risalire alla loro provenienza. Tutti i veicoli rinvenuti sono stati sequestrati.

I due soggetti bloccati, sottoposti a perquisizione, sono stati trovati in possesso della somma contante di 920 euro, sequestrata poiché ritenuta compenso per la cannibalizzazione dei veicoli rubati. I due, condotti in caserma, sono stati dichiarati in arresto per riciclaggio in concorso. Dopo le formalità di rito, su disposizione della procura di Foggia, per loro si sono aperte le porte del carcere foggiano, dove sono rimasti associati in custodia cautelare anche dopo la convalida dell’arresto.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento