Auto di lusso rubate in tutt'Italia pronte per essere 'ripulite' a Cerignola, scatta il blitz dei carabinieri: fermate due persone

Fermati un 38enne di Cerignola ed un 31enne di Foggia, entrambi già noti alle forze dell’ordine, sottoposti a fermo di inziato di delitto. Recuperate due Range Rover Sport e una Jaguar F-Pace, tutte restituite ai proprietari

L'attività

Ricettazione di auto di lusso, carabinieri arrestano due persone in flagranza e recuperano tre auto di alto segmento risultate rubate a Brescia, Desenzano del Garda e Campobasso. Rubate altrove, quindi, e stipate in un capannone abbandonato a Borgo Mezzanone, dove sarebbero state poi 'ripulite' per immetterle nel mercato nero. 

E' quanto scoperto nei giorni scorsi i carabinieri della Compagnia di Cerignola, che hanno svolto un’ulteriore operazione che conferma la centralità di Cerignola nel poco glorioso settore dei furti e della ricettazione di veicoli. Alcune mattine fa i carabinieri della cittadina ofantina, nel corso di un servizio di perlustrazione delle vaste aree rurali e periferiche della città, hanno ritrovato all'interno di uno stabile in stato di abbandono in località Borgo Mezzanone, ai confini dell’agro cerignolano, due Range Rover Sport, risultate rubate pochi giorni prima a Brescia e a Desenzano del Garda.

VIDEO | Le immagini del blitz

Avendo intuito che i responsabili le avessero lasciate solo momentaneamente in attesa di poterle poi spostare altrove, i carabinieri hanno organizzato un’attività di osservazione che alla fine ha consentito di sorprendere due individui che, ignari della trappola nella quale stavano per cadere, si sono presentati sul posto a bordo di altre due autovetture, tra cui una Jaguar F-Pace risultata rubata il giorno stesso a Campobasso.

L’uomo che conduceva la Jaguar è quindi entrato nello stabile recintato per nascondere l’auto mentre il suo complice, a bordo di una Fiat Panda, è rimasto dinanzi al cancello carrabile, spostandosi avanti e dietro, con il chiaro intento di perlustrare l’area al fine di verificare l’eventuale possibile presenza delle Forze di Polizia. Trascorsi pochi istanti, il primo si è allontanato dalla struttura e, dopo aver chiuso il cancello principale, è salito a bordo della Fiat Panda, per poi allontanarsi insieme al suo complice.

A quel punto i carabinieri si sono posti all’inseguimento dell’utilitaria, sbarrandogli la strada per impedire la fuga ai due occupanti. Questi, alla vista dei militari, hanno aperto gli sportelli nel tentativo di fuggire ma, dopo un breve inseguimento a piedi, sono stati bloccati ed identificati in un 38enne di Cerignola ed un 31enne di Foggia, entrambi già noti alle forze dell’ordine. Gli stessi sono stati accompagnati negli uffici della locale Compagnia e sottoposti a fermo di indiziato di delitto.

Le tre auto sono quindi state recuperate per la restituzione ai legittimi proprietari, mentre i due fermati sono stati associati alla casa circondariale di Foggia, a disposizione della locale Procura della Repubblica. Il Gip del Tribunale di Foggia, dopo la convalida del fermo, ha disposto nei confronti dei due fermati l’applicazione della misura cautelare della custodia in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

Torna su
FoggiaToday è in caricamento