Rapina "mordi e fuggi" in banca, poi la fuga verso casa col malloppo: due arresti

Si tratta di due giovani di Cerignola, rispettivamente di 26 e 27 anni. I due sono stati arrestati dai Carabinieri di Tricase, con l'accusa di rapina aggravata in concorso, favoreggiamento e ricettazione

Il luogo della rapina

Da Cerignola al Salento per rapinare una banca e tornare a casa col malloppo. Una rapina "mordi e fuggi", per la quale i carabinieri della compagnia di Tricase stanno eseguendo in queste ore due provvedimenti cautelari.

Le misure, emesse dal gip del Tribunale di Lecce, riguardano altrettanti indagati, con l'accusa di rapina aggravata in concorso ai danni di un istituto di credito del Salento, favoreggiamento e ricettazione. Si tratta di un 26 e di un 27enne, entrembi di Cerignola. 

Come riporta LeccePrima.it, l’indagine, denominata “Mordi e fuggi”, è stata condotta dal Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase che ha avviato la sua attività a seguito di una rapina perpetrata presso l’istituto bancario “Credem” di Acquarica del Capo, nella mattinata del 13 febbraio scorso e che ha fruttato un bottino di circa duemila euro.

I carabinieri, guidati dal capitano Alessandro Riglietti, sono riusciti a stringere il cerchio su un gruppo ben organizzato di soggetti provenienti da Cerignola che, nella stessa giornata raggiungeva il Salento, ha colpito l’obiettivo prescelto ed è rientrato nel Foggiano subito dopo aver perpetrato l’azione delittuosa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento