Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Cerignola

Furto all'ospedale 'Tatarella': arrestati i ladri che 'ripulirono' il centro per l'autismo

Il furto fruttò circa 5mila euro tra strumentazioni sanitarie e vari arredi. I due, entrambi cerignolani, dovranno rispondere di furto aggravato e danneggiamento

I due arrestati

Uno finisce in carcere, l’altro ai domiciliari. Si tratta dei due giovani - il primo di 26, l’altro di 27 anni - accusati del furto messo a segno all’interno degli uffici dell’ospedale Tatarella di Cerignola, lo scorso 5 ottobre. Per il fatto, i carabinieri hanno individuato e successivamente arrestato, su ordinanza di custodia cautelare, carico Michele Clemente e Domenico Selvaggi, entrambi cerignolani, che dovranno rispondere di furto aggravato e danneggiamento.

La vicenda risale allo scorso 5 ottobre, quando un dipendente dell’ospedale 'Tatarella' di Cerignola si recava presso gli uffici della Compagnia Carabinieri ofantina per denunciare che, durante la mattinata, nell’andare a lavorare, aveva constatato che ignoti si erano introdotti all’interno della struttura ospedaliera (più precisamente  nel centro per l’autismo) impossessandosi di varie strumentazioni sanitarie, oltre che di vari arredi, per un valore complessivo di circa 5mila euro.

I militari del Nucleo Operativo, sin da subito, hanno avviato le indagini del caso e, dopo qualche giorno, hanno individuato i responsabili, che sono stati denunciati all’autorità giudiziaria. La Procura della Repubblica di Foggia, e successivamente il Gip del medesimo Tribunale, concordando con le investigazioni dei militari, ha esesso un’ordinanza di custodia cautelare a carico di Clemente e Selvaggi, il primo in carcere, l’altro sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto all'ospedale 'Tatarella': arrestati i ladri che 'ripulirono' il centro per l'autismo

FoggiaToday è in caricamento