Cronaca Cerignola

Uno arrestato per evasione, l'altro per una rapina commessa nel 2012: scattano le manette ai polsi di due uomini di Cerignola

Il primo, 33enne del posto, è stato sottoposto agli arresti domiciliari; il secondo, di 44 anni, è stato trasferito in carcere dove dovrà scontare una pena di 7 anni, 5 mesi e 18 giorni di reclusione

Un arresto per evasione dagli arresti domiciliari e un ordine di carcerazione per rapina aggravata: gli agenti del commissariato di Cerignola fanno scattare le manette ai polsi di due uomini del posto, sottoponendo gli stessi rispettivamente alla misura degli arresti domiciliari e in carcere.

Il primo caso risale allo scorso venerdì sera, quando agenti del commissariato ofantino hanno arrestato un 33enne per evasione dagli arresti domiciliari. In particolare, i poliziotti non hanno trovato l'uomo in casa all'atto del controllo, salvo poi scoprire l'uomo che cercava di entrare dal portone secondario e dirigersi frettolosamente verso le scale, nell'intento di raggiungere l'abitazione.

Prontamente bloccato, il 33enne non ha fornito alcuna giustificazione in merito alla sua presenza fuori dell'abitazione e, pertanto, è stato arrestato. In sede di udienza di convalida, l'autorità giudiziaria ha disposto il ripristino della misura degli arresti domiciliari.

Nella mattinata di lunedì 27 settembre, invece, gli agenti hanno arrestato un 44enne cerignolano, in esecuzione di ordine di carcerazione, dovendo espiare lo stesso la pena di 7 anni, 5 mesi e 18 giorni di reclusione per rapina aggravata dall'uso delle armi.

Il fatto fu commesso a Vasto nel dicembre del 2012. Lo stesso è stato rintracciato dopo che si era reso irreperibile dallo scorso mese di luglio. L'arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato alla casa circondariale di Foggia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno arrestato per evasione, l'altro per una rapina commessa nel 2012: scattano le manette ai polsi di due uomini di Cerignola

FoggiaToday è in caricamento