menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Carabinieri aggrediti a calci e pugni da pusher: tre arresti nei controlli antidroga a Cerignola

Resta alta la guardia nel centro ofantino. Dall’inizio dell’anno, i carabinieri hanno arrestato 18 persone (due sono minorenni) e oltre 170 persone sono state segnalate alla prefettura per uso personale di stupefacenti

Tre arresti in flagranza, tutti per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Accade a Cerignola, dove i carabinieri ofantini hanno arrestato, in due differenti interventi, altrettanti soggetti del posto.

Il primo caso in via Zezza, dove i militari, insospettiti dal suo atteggiamento, hanno controllato un 39enne. L’uomo, per sottrarsi al controllo, ha aggredito i carabinieri con calci e pugni e li ha minacciati. Immobilizzato, è stato perquisito e trovato in possesso di 14 dosi di hashish, per un peso complessivo di circa 7 grammi, e di 95 euro in banconote di vario taglio. Nella sua autovettura i militari hanno rinvenuto 8 spinelli di hashish. La sostanza stupefacente e il denaro, ritenuto provento dell’illecita attività di spaccio, sono stati sequestrati. L’uomo è stato dichiarato in arresto e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale.

Sempre a Cerignola, in via Manfredonia, i carabinieri hanno notato un’autovettura con a bordo due soggetti, che, alla vista dei militari, hanno gettato dal finestrino dell’auto degli involucri, contenenti 5 dosi di cocaina, per un peso di 1,3 grammi. Bloccati e perquisiti, sono stati trovati in possesso di 590 euro. Sostanza stupefacente e denaro sono stati sequestrati. I due, un 19enne e un 22 enne di Cerignola, sono stati dichiarati in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

Soltanto due settimane fa, i carabinieri avevano arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti altri due giovani del posto. Un 20enne e un 29enne, dopo aver ceduto droga ad un acquirente, alla vista dei militari si erano disfatti di un contenitore per medicine contenente 52 dosi di cocaina. I due erano stati trovati in possesso anche di 90 euro e di un mini telefono cellulare. Dall’inizio dell’anno, i carabinieri di Cerignola hanno arrestato 18 persone, tra cui due minorenni. Tre persone sono state denunciate in stato di libertà. Oltre 170 persone sono state segnalate alla prefettura di Foggia per uso personale di sostanze stupefacenti. Sono stati sequestrati 1,5 kg di hashish, 1,5 kg di marijuana e oltre 400 grammi di cocaina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento