menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Droga, ricettazione e ordini di carcerazione: week-end di arresti a Cerignola

Arrestati quattro pregiudicati, tre di Cerignola e uno di Stornara

Week-end impegnativo per gli uomini dell’Arma della Compagnia di Cerignola che durante i consueti servizi di controllo del territorio, hanno arrestato quattro pregiudicati, di cui due colti in flagranza del reato e altri due in esecuzione di specifici provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria.

Ricettazione di parti di veicoli: arrestato cerignolano

Il primo a finire in manette è stato Savino Cortese, pregiudicato del posto classe 1971. I militari della locale stazione, mentre erano in servizio di pattugliamento nel centro cittadino, lo hanno visto passare a bordo di un furgone. Ben conoscendo i precedenti penali del soggetto, relativi per lo più alla ricettazione e al riciclaggio di veicoli rubati, invertivano immediatamente il senso di marcia intimandogli l’alt. Il malfattore, però, invece di fermarsi, tentava una disperata fuga, venendo poi bloccato dopo alcuni chilometri di inseguimento. Sottoposto a perquisizione personale e veicolare, a bordo del furgone venivano rinvenuti due motori ed un cambio di una Peugeot e di una Hyundai di provenienza furtiva. L’uomo, quindi, veniva tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione di parti di veicoli e quindi rinchiuso nel carcere di Foggia.

Cocaina: trentenne arrestato a Cerignola

I militari della Stazione di Stornara hanno tratto in arresto Stefano Brandusio pregiudicato cerignolano classe 1988. In particolare, un militare libero dal servizio ha visto uscire dalla casa del 30enne due giovani di Stornara. Intuendone i motivi li ha bloccati e ha richiesto l’ausilio di una pattuglia della stazione di Stornara. Sottoposti a perquisizione personale, i ragazzi avevano quattro dosi per altrettanti grammi di cocaina. La perquisizione, poi, veniva estesa all’appartamento di Brandusio, persona che materialmente aveva ceduto lo stupefacente, e che intanto si era disfatto del resto della “merce” scaricandola nel water. I militari hanno rivenuto la somma di oltre 900 euro, della quale il pusher non sapeva fornire alcuna giustificazione e che veniva posta in sequestro. Brandusio, già in passato arrestato per gli stessi motivi, veniva quindi dichiarato in stato di arresto e sottoposto ai domiciliari, mentre i due assuntori venivano segnalati alla Prefettura di Foggia quali consumatori di stupefacenti.

Ordini di carcerazione a Cerignola e Margherita di Savoia

Eseguiti, infine, due ordini di carcerazione tra Cerignola e Margherita di Savoia. Si tratta di Vincenzo Forleo cl. 75 e Franco Carbone cl. 90, entrambi pregiudicati, il primo di Cerignola mentre il secondo di Margherita di Savoia. I militari delle locali Stazioni, dopo averli rintracciati li dichiaravano in stato di arresto in esecuzione di altrettanti provvedimenti emessi, rispettivamente, dalla Procura della Repubblica di Campobasso e di Bari. Il primo sconterà 1 anno ed 1 mese di reclusione per rapina e resistenza a pubblico ufficiale, mentre il secondo sconterà 3 anni di reclusione per furto aggravato e detenzione abusiva di arma da fuoco. Entrambi, dopo le formalità di rito, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Foggia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pio e Amedeo non l'hanno presa bene: "Non fate finta di non capire quello che abbiamo detto". Selvaggia Lucarelli: "Studiate"

Attualità

Pio e Amedeo tacciati di "superficialità" dalla comunità ebraica. Battute sull'avarizia? "Si radica razzismo che favorisce fenomeni più gravi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento