"A voce alta e con toni aggressivi" così i Cera avrebbero bloccato l'internalizzazione del Cup. Piazzolla: "Io estraneo"

Arresti Angelo e Napoleone Cera, sulla gestione dei Cup della Asl di Foggia, il direttore generale si dichiara assolutamente estraneo a qualsiasi fatto che possa aver arrecato danno all’azienda

Secondo la Procura della Repubblica di Foggia Angelo e Napoleone Cera avrebbero indotto il direttore generale della Asl di Foggia, Vito Piazzolla, "a bloccare o comunque sospendere il processo di affidamento alla società Sanitaservice dell'attività di gestione del Centro Unico Prenotazioni aziendale, a prorogare il contratto stipulato al 30 aprile 2013 (con scadenza il 14 gennaio 2019), con il quale l'Asl di Foggia affidava alla GPI Spa la fornitura di vari servizi, tra i quali la realizzazione e gestione del CUP e dei servizi ad esso correlati

Il 20 dicembre del 2018 Angelo e Napoleone Cera si sarebbero recati  presso l'ufficio in uso a Vito Piazzolla. Qui, si legge nell'ordinanza, "a voce alta e utilizzando toni aggressivi" gli avrebbero esplicitamente rappresentato che il processo di internalizzazione del servizio Cup non andava fatto.

Piazzolla si dichiara assolutamente estraneo a qualsiasi fatto che possa aver arrecato danno all’azienda e ribadisce la correttezza che ha sempre contraddistinto l’operato della Direzione Generale. Nell’esprimere la massima fiducia nella magistratura, Piazzolla si mette a disposizione degli organi inquirenti per ogni chiarimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento