La 'pista' di cocaina che collega la strage di San Marco e l'omicidio Tucci, scatta blitz internazionale: arresti e perquisizioni

Dall'alba di oggi, i carabinieri stanno eseguendo arresti e perquisizioni nei confronti di pregiudicati di Barletta e Manfredonia, ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti

Immagine di repertorio

Nelle prime ore di questa mattina i carabinieri del Comando Provinciale di Bari, supportati dai reparti speciali  del  Nucleo Cinofili e del 6° Elinucleo CC di Bari, stanno eseguendo diverse ordinanze di custodia cautelare e perquisizioni nei confronti di pregiudicati di Barletta e Manfredonia, ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Le misure sono disposte dal G.I.P. del Tribunale di Bari su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, a seguito di indagini svolte dalla compagnia Carabinieri di Barletta. L’indagine riguarda l’importazione di ingenti quantitativi di cocaina proveniente dall’Olanda ed è strettamente collegata con l’omicidio del manfredoniano Saverio Tucci, ucciso ad Amsterdam il 10 ottobre del 2017, e col quadruplice omicidio di Apricena-San Marco in Lamis del 9 agosto 2017, che provocò la tragica morte anche dei fratelli Luciani. Maggiori dettagli saranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà nella sede della Procura Distrettuale, a Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale, auto esce fuori strada e si schianta contro un albero: muore 44enne

  • Tenta il suicidio, sospeso nel vuoto tra il balcone e l'asfalto perde i sensi: figlio, vicino, carabinieri e 115 gli salvano la vita

  • Attimi di tensione al Grandapulia, migranti minacciano di "bloccare il Natale": cariche della polizia e lanci di pietre

  • Grave incidente stradale in A14: sei feriti in tre tamponamenti, grave un uomo di Manfredonia

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Aggredita dai vicini per una colonia felina, finisce in ospedale volontaria animalista: "Colpita in faccia con un portachiavi appuntito"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento