Rapinarono tabaccherie a Cerignola: arrestati pregiudicati. Le foto

Sono ritenuti responsabili del reato di rapina aggravata. Arrestato un 31enne ritenuto responsabile del colpo avvenuto il 10 ottobre e un 22enne complice della rapina al "Non solo tabacchi" di via Plebiscito

Altri due rapinatori della “corte” cerignolana sono stati assicurati alla giustizia. Gli agenti del commissariato di Cerignola usano il “pugno di ferro” contro i reati predatori in città, fenomeno che ha registrato una netta diminuzione negli ultimi mesi. Si tratta di due pregiudicati della città del basso Tavoliere, ritenuti entrambi responsabili del reato di rapina aggravata ai danni di due diverse tabaccherie cittadine.

Nel primo caso, è stato arrestato - in esecuzione di provvedimento cautelare – C.S., 31enne residente nel centro ofantino. L’uomo è stato riconosciuto da un agente libero dal servizio come l’autore della rapina avvenuta ai danni di una tabaccheria del centro cittadino, messa a segno il 10 ottobre dello scorso anno. In quella occasione, l’uomo – insieme ad un complice - fece irruzione nell’esercizio commerciale portando via tutto il denaro contenuto nella cassa: circa 250 euro.

Nel secondo caso, invece, gli agenti del commissariato di Cerignola hanno eseguito la misura cautelare nei confronti di M.L., 22enne cerignolano, pregiudicato, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per un’altra rapina.

Il giovane, in concorso con altri tre individui già identificati ed arrestati, si era reso responsabile della rapina ai danni della tabaccheria “Non solo tabacchi” di via Plebiscito. Il “colpo” - che fruttò poco più di 10 euro - si distinse in particolare per la violenza usata dai rapinatori nei confronti di un cliente al quale fu puntato il taglierino alla gola, provocandogli alcune lievi lesioni.

La rapina avvenne lo scorso 19 gennaio, poco dopo le 17, quando il gruppo di quattro rapinatori fece irruzione nell’esercizio commerciale; quattro i membri della banda, tutti giovanissimi, con il viso travisato ed armati di taglierino. Sul posto, nell’immediatezza dei fatti, venne sequestrata un’autovettura – una Y10, risultata rubata alcuni giorni prima – che i malviventi avevano lasciato in moto per essere pronti alla fuga.

Il fenomeno delle rapine, ai danni soprattutto di tabaccherie, supermercati e farmacie, ha vestito per molto tempo il carattere dell’emergenza a Cerignola.

Al punto tale che, appena pochi mesi fa, commercianti e farmacisti diedero vita a singolari iniziative di protesta e di difesa.

"Altri due rapinatori sono stati assicurati alla giustizia – ha spiegato il dirigente del Commissariato di Cerignola, Giampaolo Patruno continuiamo a monitorare il territorio e a dare risposte concrete ai commercianti. Si tratta di un lavoro non sempre facile: si tratta, infatti, sempre più spesso di giovani e giovanissimi, nella maggior parte dei casi incensurati, ed è difficilissimo monitorarli tutti”. Quel che è certo è che la preoccupante escalation di reati predatori messi a segno nel centro ofantino ha subito – negli ultimi mesi – una decisa battuta d’arresto. “A parlare sono i dati – conclude Patruno – sono ormai settimane che non avvengono rapine a Cerignola”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento