VIDEO | Discarica di Deliceto, dopo la denuncia di 'Striscia' spunta il report dell'Arpa: "40 punti di non conformità"

I dubbi sollevati da ‘Striscia’ troverebbero conferme nel report dell’Arpa che, a fine 2018, trovò numerose anomalie nella gestione dell’impianto. II dossier ha portato una diffida nei confronti del gestore della discarica

Dopo il polverone mediatico sollevato dai servizi del tg satirico ‘Striscia la Notizia’, l’inviato Pinuccio torna sulla vicenda relativa alla discarica di Deliceto (e alle sue presunte anomalie, falle e fonti di inquinamento). Questa volta, però, lo fa chiamando in causa l’Arpa - Agenzia Regionale Protezione Ambientale della Puglia.

Ed in effetti, come conferma Giovanni Napolitano, direttore del dipartimento di Foggia, sembra che qualcosa si stia muovendo. E che i dubbi sollevati da ‘Striscia’ trovino conferme in un dettagliato report dell’Arpa che, a fine 2018, trovò numerose anomalie nella gestione dell’impianto. “II rapporto – precisa Napolitano al microfono di Pinuccio – fu inoltrato all’autorità competente che ha emesso anche una diffida nei confronti del gestore della discarica”. Tante le anomalie riscontrate (“Una quarantina di punti di non conformità”, precisa). Adesso si attendono le controdeduzioni e poi i controlli per verificare che le mancanze o irregolarità evidenziate siano state colmate o regolarizzate.

Non solo. “Ad aprile - conclude - c’è stato un intervento insieme alle forze dell’ordine, durante il quale sono stati effettuati prelievi di percolato e dei sedimenti del canale e dei terreni circostanti. I dati che verranno fuori dalle analisi potrebbero dare eventuali correlazioni e verificare ciò che ‘Striscia’ ha documentato. Cosa è stato fatto prima? Chiede in modo provocatorio l’inviato. “Abbiamo fatto le sanzioni amministrative previste e abbiamo inviato il rapporto conclusivo alla Procura per eventuali procedimenti penali”, spiega il direttore del dipartimento Arpa di Foggia. Adesso deve muoversi la politica. E i tempi potrebbero non essere brevi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento