Comparto Biccari, Abbattista: “Tagliare erbacce, pulire e irrigare le aiuole”

Abbattista: "Al Tratturo Biccari dove, a taglio delle erbacce avvenuto, sono emersi cumuli di rifiuti di ogni tipo e ancor più numerosi rispetto a qualche mese addietro"

Comparto Biccari

“Non basta sfalciare le erbacce e, possibilmente, ripulire le numerose aree verdi della città dai rifiuti che le invadono. E’ ormai urgente provvedere all’irrigazione delle aiuole se non le si vuole lasciar morire in vista dell’arrivo della calura estiva”. E’ quanto afferma il coordinatore del comitato di quartiere Comparto Biccari, Antonello Abbattista in merito allo stato di abbandono delle zone verdi nella città di Foggia che, progressivamente, l’amministrazione comunale sta cercando di salvare affidandone la manutenzione straordinaria a ditte specializzate attraverso “mini-bandi”.

“Le aiuole presenti sul territorio sono fortunatamente tante e hanno bisogno di una manutenzione continua, specie nel periodo estivo quando diventa primario innaffiarle per evitare danni permanenti. Al Comparto Biccari, e più in generale nelle zone periferiche della città, le aree a verde pubblico sono sempre state dotate di impianti automatici interrati di irrigazione. Basterebbe riattivarli per evitare che il Comune, in futuro, debba affrontare spese ben più ingenti per rimetterle in sesto” - prosegue Abbattista, che evidenzia -  “Motivo per cui abbiamo consegnato al Comune e alla Prefettura una petizione attraverso la quale chiediamo di adoperarsi immediatamente affinché le già danneggiate aree verdi del Comparto Biccari, e più in generale quelle dell’intero capoluogo, non vengano lasciate morire di arsura.

Sarebbe un vero peccato per una città che, nonostante la massiccia cementificazione, può comunque contare su tanti polmoni verdi che meritano di essere curati costantemente”. Abbattista conclude ricordando che “all’attività di sfalcio deve seguire quella di pulizia e bonifica delle aree interessate dai lavori di taglio delle erbacce. Infatti siamo costretti a constatare la presenza di rifiuti che nessuno, a giorni di distanza, viene a rimuovere.

Un esempio è il Tratturo Biccari dove, a taglio delle erbacce avvenuto, sono emersi cumuli di rifiuti di ogni tipo e ancor più numerosi rispetto a qualche mese addietro. Scarti edili e materiali svariati e pericolosi continuano a giacere sull’area parallela a viale Giuseppe La Torre che, speriamo a breve, sarà oggetto di riqualificazione.

L’amministrazione comunale, nel mentre, né ha provveduto alla bonifica né ha provveduto a recintare la zona per evitare che lo scempio prosegua malgrado le nostre numerosissime segnalazioni e richieste che da due anni inoltriamo incessantemente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

  • Coronavirus: 75 casi in provincia di Foggia, in Puglia sono 301 e tre morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento