Blitz della GdF al Comune di Apricena: verifiche per irregolarità nelle gare d'appalto e reati contro la PA

In corso l'operazione della Guardia di Finanza presso il Comune ed altri uffici pubblici. L'attività delegata dalla Procura della Repubblica di Foggia

Foto di repertorio

Dalle prime ore di questa mattina militari in servizio presso il comando provinciale della Guardia di Finanza di Foggia, nell'ambio di un'attività di indagine delegata dalla Procura della Repubblica, stanno acquisendo numerosi documenti presso diversi uffici della tecnostruttura del Comune e di altri enti, con la finalità di riscontare presunte irregolarità nella gestione del denaro pubblico e quindi nell'espletamento delle gare d'appalto.

Le immagini e la risposta di Potenza

I controlli, per i quali sono impiegati una cinquantina di finanzieri, sono estesi anche a ditte vincitrici di appalti o aggiudicatarie di lavori. In particolare, l'attività delegata dalla Procura è finalizzata a comprovare la sussistenza di reati contro la PA commessi da soggetti appartenenti a vario titolo all'amministrazione comunale.

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento