Rapine, bombe ed estorsioni i 'fantasmi' dei foggiani. La Procura: "Collaborate e avrete protezione"

Il procuratore aggiunto Francesca Romana Pirrelli: “Collaborate: avrete la necessaria protezione e la sospensione di procedure esecutive e di mutui a vostro carico. Il racket colpisce le attività più deboli e già in sofferenza”

La conferenza stampa

Rapine, estorsioni e attentati dinamitardi. Sono questi i fantasmi che si agitano nelle giornate dei foggiani. Questi, secondo gli agenti della squadra mobile di Foggia e gli inquirenti della Procura di Foggia i reati a maggiore allarme sociale: dalle rapine, registrate anche in pieno giorno, alla presenza di numerosi clienti e avventori, alle bombe, che continuano a susseguirsi in città.

Intanto - a margine della conferenza stampa per l’arresto di Luciano Cupo, ritenuto responsabile dell’attentato dinamitardo ai danni 'Pizzeria Mia' - dalla Procura foggiana è stato avanzato ancora un appello a collaborare per le vittime di estorsione: “Avrete la necessaria protezione e la sospensione di procedure esecutive e di mutui a vostro carico”, ha spiegato il procuratore aggiunto Francesca Romana Pirrelli. “Il racket colpisce le attività più deboli e già in sofferenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento