Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Denuncia concorrenza sleale, commerciante garganico manda a processo due 'colleghi'. Anche l'Antiracket di Vieste in Tribunale

L’associazione Antiracket Vieste si è costituita parte civile, assistita dall’avv. Di Bartolomeo, penalista molfettese. Denunciate minacce e intimidazioni. Uno degli imputati ha patteggiato ed è stato condannato a un anno e due mesi di reclusione; il secondo è stato rinviato a giudizio

Immagine di repertorio

L’associazione Fai Antiracket Vieste si è costituita, lo scorso lunedì 21 giugno, parte civile innanzi al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Foggia, nel processo che vede imputati due commercianti di Monte Sant’Angelo.

La vicenda scaturisce dalla coraggiosa denuncia di un altro commerciante, assistito dall’avvocato Marco G. Di Bartolomeo, penalista molfettese, che si è ribellato alle pratiche di concorrenza sleale, caratterizzate da minacce, intimidazioni e vessazioni durate per parecchio tempo.

Uno degli imputati ha patteggiato ed è stato condannato a un anno e due mesi di reclusione e al pagamento delle spese processuali. Il secondo è stato rinviato a giudizio grazie al lavoro encomiabile delle autorità inquirenti.  L'associazione rimarca: "Ribadiamo, come sempre, l’importanza determinante della denuncia a tutela delle vittime".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia concorrenza sleale, commerciante garganico manda a processo due 'colleghi'. Anche l'Antiracket di Vieste in Tribunale

FoggiaToday è in caricamento