rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Cronaca

Antincendio boschivo, al Gino Lisa la sala operativa della protezione civile ma la sede non è ancora pronta

La Giunta regionale ha deliberato l'istituzione del presidio logistico operativo territoriale nell'aeroporto di Foggia

In vista dell’inizio delle attività antincendio boschivo nel periodo estivo, la Giunta regionale della Puglia ha riconfigurato il sistema delle strutture operative di Protezione Civile, alla presenza del consigliere regionale delegato Maurizio Bruno. La sala operativa regionale integrata di protezione civile a scala territoriale (Sort) sarà istituita a Campi Salentina, in provincia di Lecce, “già dotata dei requisiti”, fanno sapere dalla Regione.

Nelle altre province sono stati istituiti presidi logistici operativi territoriali (Plot) dove possono essere svolte “solo attività di supporto logistico in forma fissa o attivata all’occorrenza, in particolari circostanze emergenziali per brevi periodi temporali, anche in accordo con gli enti locali (es. incendi boschivi, eventi idrogeologici) e organizzazioni di volontariato iscritte all’elenco di protezione civile”.

La delibera di Giunta conferma che in provincia di Foggia la sala operativa sarà attrezzata all’interno dell’area aeroportuale del Gino Lisa, ma i lavori nella nuova sede non sono ancora terminati. Temporaneamente, dunque, con tutta probabilità, sarà allestita altrove, considerato l’imminente avvio delle attività per la lotta attiva agli incendi boschivi, in programma dal 15 giugno. Durante le ultime due campagne Aib, nel 2020 in via sperimentale, era stata attrezzata una sala operativa nel territorio comunale di Monte Sant’Angelo e, prima ancora, la struttura operativa territoriale era stata allestita nel distaccamento aeronautico di Jacotenente, in Foresta Umbra. La destinazione finale sarà, comunque, l’aeroporto e, una volta pronti i locali, la protezione civile si sposterà definitivamente al Gino Lisa. Continuerà ad essere operativo il servizio antincendio con Fire Boss che partiranno dallo scalo foggiano.

Sempre nelle strutture all’interno del sedime aeroportuale, è prevista l’apertura di una delle tre sedi dei punti di risposta integrati per tutte le chiamate di emergenza detti Psap (Public Safety Answering Point) di primo livello della Centrale Unica di Risposta nella rete nazionale del Numero Unico d'emergenza europeo 112. Anche in questo caso, il cronoprogramma ha subito uno slittamento per le “note vicende giudiziarie” che hanno travolto a dicembre dell’anno scorso la protezione civile con l’arresto dell’ex dirigente del Dipartimento, come affermato lo scorso 27 maggio ai microfoni di FoggiaToday dal presidente Michele Emiliano

Dal 2017, per decisione della Giunta da lui guidata, il Gino Lisa è centro strategico della protezione civile regionale e polo logistico per tutte le funzioni d'interesse pubblico legate alle attività di protezione civile e soccorso. Proprio in virtù di questa scelta, è stato rilasciato il nulla osta per lo svolgimento del Servizio di interesse economico generale, provvedimento utile a sbloccare i lavori di allungamento della pista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antincendio boschivo, al Gino Lisa la sala operativa della protezione civile ma la sede non è ancora pronta

FoggiaToday è in caricamento