Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Arrivano i rinforzi per l'antincendio boschivo, nel Foggiano formati quasi 200 nuovi volontari

Attraverso i corsi Aib organizzati da Protezione Civile Puglia, in tutta la regione sono stati abilitati più di 300 volontari. La forte partecipazione nasce sull'onda del risultato della campagna di reclutamento per l'attuazione del piano vaccinale anti-Covid

Sono quasi 200 i volontari nel Foggiano abilitati nelle ultime settimane alle operazioni di avvistamento e di spegnimento degli incendi. Attraverso i corsi per l’anticendio boschivo (Aib) organizzati da Protezione Civile Puglia, di recente sono stati formati oltre 300 nuovi volontari in tutta la regione.

"La forte partecipazione dei nuovi volontari - fanno sapere dalla Sezione Protezione Civile della Regione Puglia - nasce sull’onda dell’importantissimo risultato ottenuto dalla campagna di reclutamento per l’attuazione del piano di vaccinazione anti-Covid, avviata dal mese di aprile 2021, con migliaia di adesioni. I nuovi volontari, entrati nelle associazioni di volontariato e nelle diverse articolazioni in cui si struttura il sistema della Protezione Civile regionale, hanno mostrato da subito un grande entusiasmo verso le attività di Antincendio boschivo. Da qui l’impegno a frequentare i corsi di formazione Aib, una delle attività fondamentali svolte dalla Protezione Civile in particolare nei mesi estivi".

I nuovi volontari sono persone di tutte le età, in particolare giovani, con competenze professionali diversificate. Ognuno di loro, sulla base dei propri impegni lavorativi o di studio, dà la propria disponibilità quotidiana a partecipare alle attività.

Una volta completata la fase di formazione Aib, i volontari vengono impegnati sia nelle operazioni di avvistamento e monitoraggio degli incendi boschivi, sia nelle operazioni di spegnimento degli incendi; più in generale per soddisfare tutte le esigenze di assistenza della popolazione e nelle attività che coinvolgono le associazioni del volontariato. 

L’impegno dei volontari nelle attività Aib è strategico soprattutto durante l’estate, quando è più forte la pressione degli incendi boschivi sul territorio pugliese, complicata dall’aumento delle temperature e da una situazione climatica contraddistinta da scarsa piovosità. I volontari saranno impegnati anche nelle successive fasi di gestione del rischio idrogeologico, legate al modificarsi delle condizioni meteorologiche con l’arrivo di precipitazioni locali più intense.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano i rinforzi per l'antincendio boschivo, nel Foggiano formati quasi 200 nuovi volontari

FoggiaToday è in caricamento