"Infamità subita" costata oltre 1 milione di euro, scattano anche le querele contro chi ha diffamato l'Antica Cantina

Ciro Caliendo, presidente della cooperativa dell'Antica Cantina, annuncia denunce e querele per vie dei commenti diffamatori e contro chi getterà fango sull'azienda

Il vino sversato

Ciro Caliendo, presidente dell'Antica Cantina di San Severo oggetto, il 20 ottobre scorso, di un gravissimo atto intimidatorio - ignoti hanno aperto i bocchettoni dei silos e sversato oltre 20mila ettolitri di vino per un danno che si aggirerebbe intorno al milione - fa sapere che il consiglio di amministrazione della cooperativa "oltre alle denunce contro ignoti per l'infamità subita" intraprenderà le vie legali nei confronti "di quanti hanno inteso diffamare il buon nome della cooperativa e, se necessario, contro tutti coloro che gratuitamente utilizzeranno le parole per gettare fango"

L'incarico è affidato all’avv. Masucci: "Qui, nella nostra San Severo, la sera del 20 ottobre, una importante quantità di vino è stata sversata per mano infame. Accadono nella nostra vita vari “segnali”. Dopo il tragico evento che ha visto protagonista L’Antica Cantina si sono susseguiti tanti gesti e tante parole di vicinanza. Questi "segni", autentici, sono preziosissimi, perché sono la prova della solidarietà, della sensibilità e dell’amore che donne e uomini provano. E’ la dimostrazione di quanto è radicata nei cuori di tanta gente, l’affetto per “L’Antica Cantina'. Di tutto questo noi vi diciamo grazie, infinitamente grazie! 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento