Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Manfredonia

'Inside' di Manfredonia, Riccardi:"Bolici sta prendendo in giro tutti"

Il sindaco di Manfredonia attacca il titolare dell'azienda Inside, i cui dipendenti sono senza stipendio da otto mesi e attendono invano l'attivazione delle procedure di mobilità. "Situazione che va affrontata con il massimo rigore e assoluta chiarezza"

Prosegue la polemica nei confronti di Paolo Bolici e della sua Inside, l'azienda produttrice di parti in legno per navi da crociera e alberghi, i cui operai non percepiscono lo stipendio da oltre otto mesi. Bolici da mesi nega l'incontro con i suoi dipendenti che restano in attesa che venga attivata la procedura di mobilità.

L'ultimo increscioso episodio quello di tre giorni fa quando oltre cinquanta operai hanno occupato i locali dell'assessorato al lavoro della Provincia di Foggia, per protestare contro Bolici che aveva dato ancora una volta forfait all'incontro prefissato con i suoi dipendenti, per l'attivazione della mobilità.

A tre giorni di distanza ha preso la parola anche il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi che in un duro comunicato stampa ha attaccato il titolare dell'Inside.

“Paolo Bolici continua a fare il teatrino con la pretesa di prendere in giro un po’ tutti, dai dipendenti di quell’impianto industriale innanzi tutto, ai sindacati, alle istituzioni, allo stesso mondo imprenditoriale. Un imprenditore che ha beneficiato di sostanziose provvidenze statali e della massima considerazione da parte dei vari Enti del territorio e che oggi tende, facendo ricorso a vari e sofisticati sotterfugi, a lavarsi le mani e gettare tutti a mare. E’ una situazione – rilancia Riccardiche va affrontata con il massimo rigore e la più assoluta chiarezza: in gioco ci sono interessi economici di un territorio che ha investito su quella iniziativa, ma soprattutto sono in discussine valori etici che non possono e non debbono essere aggirati e tanto meno trascurati”.

Ricordando “le tante iniziative intraprese per cercare di chiarire le situazioni che si sono accavallate in quello stabilimento alle quali è corrisposta una metodica presa in giro dello stesso Bolici venuto meno a tutti gli impegni assunti anche con me”, Riccardi plaude alla fermezza dimostrata dal Prefetto di Foggia, Luisa Latella, che “ha almeno per il momento – annota - messo all’angolo Paolo Bolici, il patron e deus ex machina della Inside e derivati, che a questo punto più che l’imprenditore pare voglia fare l’incantatore di serpenti. Un atteggiamento non spiegabile con le semplici implicazioni provenienti dalla crisi economica. Gli scompensi in quella fabbrica, se non nel Gruppo Bollici complessivamente inteso, sono cominciati ben prima”.

Tra le questioni richiamate, quelle inerenti ai finanziamenti ricevuti e attinti da leggi diverse, per i quali è in corso una indagine della Guardia di Finanza. “La vicenda dei finanziamenti ricevuti da Bolici ci interessa poco occupandosene organismi statali qualificati a farlo. Quel che in loco importa è il salvamento di una iniziativa che può avere un futuro, strettamente legata com’è alla vocazione del territorio. Se Bolici per suoi motivi non è più in grado di portare avanti l’impresa, che passi la mano. Non mancano infatti compratori disposti a rimettere in attività la struttura e valorizzarla opportunamente. Il lavoro non manca, come dimostrano alcune piccole società messe su da ex dipendenti Inside che operano con ottimi risultati”.

Il Sindaco Angelo Riccardi ritiene pertanto “decisivi i prossimi incontri in Prefettura per decidere sul da farsi concretamente per salvare quella attività produttiva e i suoi dipendenti da mesi senza stipendio e prospettive”. Il primo cittadino sipontino, lamentando di non essere stato convocato nelle riunioni tenute alla Provincia e in Prefettura, chiede di essere presente nei prossimi incontri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Inside' di Manfredonia, Riccardi:"Bolici sta prendendo in giro tutti"

FoggiaToday è in caricamento