menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Placentino: oggi l’autopsia, si indaga sulle sue inimicizie

La vittima, che era agli arresti domiciliari, era considerata una persona molto litigiosa e dal carattere difficile. Sulle inimicizie si stanno concentrando le indagini dei carabinieri

Potrebbe nascondersi nella vita e nei difficili rapporti privati il movente dell'omicidio di Angelo Placentino l'uomo di 62 anni ucciso venerdì notte con un colpo di pistola in pieno petto nel quartiere Croci, il quarto nel 2012 nel Foggiano.

La vittima, che era agli arresti domiciliari, era considerata una persona molto litigiosa e dal carattere difficile.

Sulle inimicizie, presunte o tali, si stanno concentrando le indagini dei carabinieri. In queste ore sarà effettuata l'autopsia. Un esame, questo, che non dovrebbe fornire elementi di particolare importanza per il prosieguo delle indagini.

Come ricostruito dai militari, grazie anche al racconto di uno dei figli della vittima che viveva con lui, nella notte tra venerdì e sabato, intorno all’1.30 il killer avrebbe suonato al campanello della baracca di via Torremaggiore per poi spostarsi sulla destra del cancello d'ingresso, salire su un muretto, infilare il braccio nell'inferriata e far fuoco contro Placentino.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento