Carapelle: un calcio al pallone per Angelo, il bimbo di 10 mesi a rischio cecità

E' affetto dalla sindrome di Criswick Schepens. La famiglia ha bisogno di 35mila euro per un intervento a Detroit. Venerdì a Carapelle si è svolta la partita del cuore con capitan Agnelli e Umberto Sardella

Angelo durante la partita del cuore

Si è svolta ieri, sul campo di calcio di Carapelle, alla presenza di capitan Agnelli e di Umberto Sardella, la partita del cuore e della solidarietà per Angelo, il bambino che rischia di perdere la vista perchè affetto dalla sindrome di Criswick Schepens.

Angelo è un bambino di soli dieci mesi e vive a Carapelle con il papà Daniele Magaldi, proprietario di un minimarket nel paese a sud di Foggia e mamma Maria, commessa. Una famiglia felice che però ha un grave problema: il loro figlioletto è infatti affetto da una Vitreoretinopatia Essudativa Familiare, nota anche come sindrome di Criswick Schepens, una malattia congenita che lo sta portando alla cecità totale.

Il piccolo Angelo ha subito il distacco della retina dell’occhio destro quando era ancora nel ventre materno, al quinto mese di gravidanza, mentre a sinistra riesce a vedere ad una distanza massima di quindici centimetri, in pratica nulla. I suoi genitori hanno girovagato per tutta Italia, da Foggia a Roma, dal policlinico Gemelli all’ospedale Bambin Gesù, non senza passare per numerose cliniche specialistiche.

In una di esse l’oculista americano Michael Trese ha prospettato ai Magaldi un delicato intervento agli occhi per Angelo che potrebbe avere qualche speranza di riacquistare la vista. Viaggio ed intervento all’ospedale di Detroit, però, prevedono un costo di circa 35mila euro che i genitori e la famiglia di Angelo non possono sostenere.

A Carapelle è partita una vera e propria gara di solidarietà per reperire i fondi necessari: molto attive le parrocchie della Beata Maria Vergine del Rosario e di San Giuseppe Sposo, che hanno costituito un comitato per la raccolta del denaro. “Devo molto ai parroci don Vincenzo e don Angelo – ha detto il papà del bambino – così come all’amministrazione comunale che mi è vicina”.

Per la raccolta fondi è stato aperto un conto corrente bancario con il seguente Iban: IT40Z0760115700000084247220 intestato a Lamanna Maria, causale Angelo. Il tempo stringe perché Angelo partirà per gli Usa martedì 11 giugno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento