Angelo e Napoleone Cera: il Tribunale del Riesame ridimensiona il reato di imputazione, ma conferma i domiciliari

Inchiesta Foggia, il Tribunale del Riesame ha confermato i domiciliari per Angelo e Napoleone Cera. Riqualificato il reato da tentata concussione in induzione indebita

Il Tribunale del Riesame di Bari ha confermato gli arresti domiciliari, di Angelo e Napoleone Cera riqualificando però il reato di imputazione. I giudici hanno infatti riqualificato il reato contestato, da tentata concussione (317 cp) in tentata induzione indebita a dare o promettere utilità (319 quater cp).

"Quando un fatto di reato viene così drasticamente ridimensionato accogliendo parte delle ragioni della difesa - dichiarano i difensori dei Cera, gli avvocati Francesco Paolo Sisto e Michele Curtotti - ci si aspetta, quale logica conseguenza, quantomeno una tangibile attenuazione, se non la revoca, anche della misura cautelare. Così non è stato: tanto ci induce, oltre che ad attendere le motivazioni per il doveroso ricorso per Cassazione, a porre in essere ogni ulteriore iniziativa utile per restituire Angelo e Napoleone Cera ad una vita da liberi cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Mamma 'scatenata', in auto con i figli minori forza posto di blocco e avvia pericoloso inseguimento

  • Duro colpo alla mafia dei clan Li bergolis e Papa, in affari con 'Ndrangheta e Camorra: 24 arresti per armi e droga, sequestri per 2 milioni

  • Mafia garganica: catturato alle Canarie 'U meticcio', è rientrato in Italia dopo l'arresto del blitz 'Neve di Marzo'

  • Traffico di droga, colpito il 'Clan dei Montanari': blitz di polizia e finanza, 24 arresti

  • Aggredito il consigliere comunale Massimiliano Di Fonso: picchiato da 5 uomini, finisce in ospedale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento