Rifiuti: la città riparte da Amiu. Mongelli: “Non accetto lezioni di legalità”

Mongelli: "Vicenda molto complessa risolta agendo nel solco della legalità". Grandaliano: "La differenziata è il nostro obiettivo strategico"

Conferenza stampa 1 febbraio

“Auguri di buon lavoro a chi lo ha ritrovato e auguri alla città per un futuro che sarà decisamente migliore”. E’ il messaggio lanciato dal sindaco Gianni Mongelli e dal presidente di AMIU SpA Gianfranco Grandaliano nel primo giorno della nuova gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, affidato alla società di proprietà del Comune di Bari sulla base e nei termini del contratto di servizio sottoscritto il 29 gennaio.

Questa mattina, nella Sala Giunta di Palazzo di Città, si è svolta la conferenza stampa convocata per illustrare i termini dell’attività iniziata subito dopo lo scoccare della mezzanotte tra il 31 gennaio e il 1° febbraio. A causa dei danneggiamenti inferti a 6 mezzi della fallita Amica SpA, “abbiamo dovuto organizzare il servizio su 3 turni e non su 2 come avremmo voluto, e come sarà, non appena risolveremo questo primo problema”, ha affermato Grandaliano.

Ristabilito da subito, invece, il ciclo di smaltimento all’interno del biostabilizzatore; mentre “nei prossimi 15 giorni avvieremo la sostituzione dei cassonetti per i rifiuti indifferenziati, acquistati ex novo, e posizioneremo quelli destinati alla raccolta differenziata, perché questa è una delle missioni affidateci dall’Amministrazione comunale”.

“Ai lavoratori si offre l’opportunità di guadagnare sul campo il diritto ad essere parte della futura organizzazione del servizio” ha continuato Grandaliano. Mentre il sindaco ha ribadito che “non è nostra volontà impedire il ritorno al lavoro di quanti ora non hanno trovato posto nell’organico; abbiamo, però, il dovere rispettare le norme e gli accordi sottoscritti”. Ribadita l’ulteriore verifica delle singole posizioni di quanti non sono stati riassunti da Amiu – che “è nostro impegno far durare il meno possibile” ha sottolineato Mongelli – è necessario tenere in conto “l’avvenuto avvio delle fasi processuali in campo lavoristico e amministrativo determinate dai ricorsi e dalle denunce – ha proseguito il sindaco – E’ nostro dovere attenderne gli esiti, sarà nostro dovere rispettarli”.

“L’Amministrazione comunale ha marcato un risultato positivo per la città, prima ancora che per se stessa e per le forze politiche che l’hanno sostenuta con lealtà, e ho fiducia nella volontà dei cittadini di essere parte attiva della riorganizzazione del servizio. Insieme a tutti loro, è mio dovere ringraziare quanti, a partire dal sindaco di Cerignola Antonio Giannatempo,  hanno speso energie, mezzi e uomini nella gestione dell'emergenza – ha concluso - Ed è altrettanto doveroso rivendicare la gestione di questa complessa vicenda nel solco della delibera del Consiglio comunale: ho rispettato alla lettera quegli indirizzi e non accetto lezioni di legalità da alcuno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Coronavirus: 75 casi in provincia di Foggia, in Puglia sono 301 e tre morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento