Rifiuti, Amica-Amiu: controproposta dei sindacati nel segno dei sacrifici

I sindacati e i lavoratori: "Crediamo che la piattaforma presentata possa tenere assieme le esigenze gestionali, di garanzia occupazionale e di garanzia del servizio di igiene urbana". Previsto un altro incontro con l'azienda barese

I lavoratori di Amica e Daunia Ambiente

Nel rispetto del criterio di riduzione del costo del personale e della tutela dei sacrosanti diritti dei lavoratori. Sul fronte rifiuti, la controproposta dei sindacati presentata al sindaco - della quale però non è dato ancora conoscere i dettagli - va in questa direzione: sacrifici per tutti nel segno del principio solidaristico tra i lavoratori - disposti a ridursi il salario in maniera proporzionale – che permetterebbe di raggiungere una riduzione dei costi del lavoro leggermente inferiore a quella presentata dall’Amiu.

“I lavoratori di Amica e Daunia Ambiente ancora una volta stanno dando manifestazione di grande spirito di sacrificio e senso di concretezza. Speriamo che questa risorsa e questa disponibilità sappia essere ora valorizzata da chi di dovere”. E’ il commento delle segreteria Fp Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Fiadel Igiene Ambientale, Ugl Igiene Ambientale e rappresentanti dei lavoratorimin merito alla piattaforma inviata dai sindacati a Mongelli e a tutti i soggetti istituzionali interessati alla vertenza Amica.

Un senso di responsabilità “che in questi anni è stato altissimo, confermato sia dall’aver effettuato il servizio nonostante le gravi e note difficoltà gestionali, sia dall’accettare la prospettiva di riduzioni salariali. Ora la vertenza è davvero a un punto di non ritorno”.

Formulata la controproposta, le parti dovrebbero tornare a sedersi attorno a un tavolo e decidere il futuro occupazionale di oltre 350 lavoratori e di quello ambientale del capoluogo dauno.

La proposta di Amiu – spiegano – può essere notevolmente migliorata utilizzando altri strumenti per arrivare allo stesso obiettivo, senza cancellare i diritti acquisiti negli anni dai lavoratori. Un secondo dopo l’eventuale stipula di tale accordo, siamo disposti a discutere di tutti gli aspetti inerenti la riorganizzazione aziendale”.

“Ora siamo in attesa di risposte. Crediamo che la piattaforma presentata possa tenere assieme le esigenze gestionali, di garanzia occupazionale e di garanzia del servizio di igiene urbana”, concludono.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento