Cronaca

Rifiuti, Amica-Amiu: controproposta dei sindacati nel segno dei sacrifici

I sindacati e i lavoratori: "Crediamo che la piattaforma presentata possa tenere assieme le esigenze gestionali, di garanzia occupazionale e di garanzia del servizio di igiene urbana". Previsto un altro incontro con l'azienda barese

Nel rispetto del criterio di riduzione del costo del personale e della tutela dei sacrosanti diritti dei lavoratori. Sul fronte rifiuti, la controproposta dei sindacati presentata al sindaco - della quale però non è dato ancora conoscere i dettagli - va in questa direzione: sacrifici per tutti nel segno del principio solidaristico tra i lavoratori - disposti a ridursi il salario in maniera proporzionale – che permetterebbe di raggiungere una riduzione dei costi del lavoro leggermente inferiore a quella presentata dall’Amiu.

“I lavoratori di Amica e Daunia Ambiente ancora una volta stanno dando manifestazione di grande spirito di sacrificio e senso di concretezza. Speriamo che questa risorsa e questa disponibilità sappia essere ora valorizzata da chi di dovere”. E’ il commento delle segreteria Fp Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Fiadel Igiene Ambientale, Ugl Igiene Ambientale e rappresentanti dei lavoratorimin merito alla piattaforma inviata dai sindacati a Mongelli e a tutti i soggetti istituzionali interessati alla vertenza Amica.

Un senso di responsabilità “che in questi anni è stato altissimo, confermato sia dall’aver effettuato il servizio nonostante le gravi e note difficoltà gestionali, sia dall’accettare la prospettiva di riduzioni salariali. Ora la vertenza è davvero a un punto di non ritorno”.

Formulata la controproposta, le parti dovrebbero tornare a sedersi attorno a un tavolo e decidere il futuro occupazionale di oltre 350 lavoratori e di quello ambientale del capoluogo dauno.

La proposta di Amiu – spiegano – può essere notevolmente migliorata utilizzando altri strumenti per arrivare allo stesso obiettivo, senza cancellare i diritti acquisiti negli anni dai lavoratori. Un secondo dopo l’eventuale stipula di tale accordo, siamo disposti a discutere di tutti gli aspetti inerenti la riorganizzazione aziendale”.

“Ora siamo in attesa di risposte. Crediamo che la piattaforma presentata possa tenere assieme le esigenze gestionali, di garanzia occupazionale e di garanzia del servizio di igiene urbana”, concludono.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Amica-Amiu: controproposta dei sindacati nel segno dei sacrifici

FoggiaToday è in caricamento