'Coloriamo la Terravecchia' al liceo artistico "Sacro cuore" di Cerignola

L’ipotesi progettuale di percorso assistito alternanza scuola-lavoro con la quale Il Liceo Artistico di Cerignola si candida a ricevere appositi finanziamenti regionali, è denominata 'Coloriamo la Terravecchia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Per la prima volta il Liceo Artistico "Sacro Cuore" di Cerignola si attiva per arricchire la propria offerta formativa con percorsi assistiti di alternanza scuola-lavoro. Coerentemente con le indicazioni dell'Unione Europea, considerata tra gli strumenti prioritari per rafforzare sia i rapporti tra il sistema scolastico e il mondo del lavoro sia i legami delle istituzioni scolastiche con il territorio, l'alternanza scuola-lavoro trova il suo riferimento normativo principale nel D.Lgs. n. 77/2005, e attuazione sperimentale nella Regione Puglia già dall'A.S. 2003-2004

L'ipotesi progettuale di percorso assistito alternanza scuola-lavoro con la quale Il Liceo Artistico di Cerignola si candida a ricevere appositi finanziamenti regionali, è denominata

COLORIAMO LA TERRAVECCHIA

ed è finalizzata alla creazione della figura professionale del Tecnico del Decoro Urbano.

Oggetto di studio è l'ambiente urbano del centro storico di Cerignola, attraverso:

  • lo studio sistematico e le rilevazioni fotografiche e grafiche del tessuto urbano
  • la conoscenza e la catalogazione delle emergenze architettoniche
  • la realizzazione di abachi strutturati dei particolari architettonici

L'esperienza didattica e formativa è finalizzata alla proposta di un Piano del Colore e degli arredi urbani (bacheche esplicative, panchine, cestini portarifiuti, elementi illuminanti, ecc.), ed il settore scelto è trasversale rispetto agli indirizzi di studio presenti nel Liceo Artistico.

Si propone la collaborazione con:

  • Uffici Tecnici del Comune di Cerignola
  • Accademia di Belle Arti di Foggia
  • Politecnico di Milano, incaricato della redazione del nuovo PUG di Cerignola
  • aziende leader nella produzione di pitture, smalti e vernici per il mercato dell'edilizia (Sikkens, Univer, Mapei, Caparol, ecc.)
  • Studi professionali locali

Le premesse di questa ipotesi progettuale possono così riassumersi nei seguenti punti:

  1. Il degrado urbanistico ed edilizio in cui versa il centro storico di Cerignola
  2. L'attenzione dell'Amministrazione Comunale verso questa parte di città, rimarcata dal recente protocollo di intesa sottoscritto con tutte le scuole di ogni ordine e grado di Cerignola per valorizzare la Terravecchia in tutti i suoi aspetti, storici, culturali e ovviamente urbanistico-architettonici

Gli alunni coinvolti, attraverso le azioni coordinate per valorizzare l'ambiente urbano e renderlo patrimonio della collettività, avranno modo di:

  • conoscere le problematiche generali dei centri storici
  • il valore pubblico, civile, del colore e dei materiali che rivestono le facciate degli edifici che ne fanno parte
  • di studiare e prospettare ipotesi relative all'arredo urbano
  • di partecipare alla fase di ascolto e di dialogo con i cittadini residenti, i proprietari di immobili, i professionisti, le imprese
  • di lavorare a stretto contatto con gli enti, i professionisti e le aziende coinvolte per proporre un Piano del Colore e dell'Arredo urbano

La proposta formativa prevede un impegno triennale:

  • Nella prima annualità, nelle seconde classi con attività di orientamento, stages aziendali e interventi a scuola da parte di esperti (per un totale di ore pari a 40);
  • Nella seconda annualità, inserimento in aziende, studi professionali e Enti del territorio degli alunni delle classi 3^ per tirocini formativi in un unico periodo continuativo di 2 settimane (pari a circa 80 ore);
  • Nella terza annualità, inserimento in aziende, studi professionali e Enti del territorio, degli alunni delle classi 4^ coinvolte per tirocini formativi suddivisi in due periodi, il primo continuativo di 2 settimane (pari a circa 80 ore), durante l'attività didattica, e il secondo continuativo di 2 settimane (pari a circa 80 ore), durante il periodo estivo.

Detto questo l'interesse del Liceo Artistico per il territorio, e in particolare per quello cerignolano, prosegue con lo studio delle peculiarità urbanistiche della Terravecchia, finalizzato alla realizzazione di un modello volumetrico in scala, e con la progettazione di un contenitore culturale sull'area dell'ex albergo moderno. L'idea di base su cui gli alunni maturandi della sezione di architettura hanno deciso di lavorare, su indicazione dei docenti del corso, prende le mosse dalle diversissime esperienze europee di interventi in aree urbane consolidate dello stesso tipo, immaginando proposte sperimentali, evitando simulazioni e falsificazioni storiche, e affermando la necessità della modernità.

La fase ideativa vera e propria è stata preceduta da stages di rilevazione grafica e fotografica in loco di gruppi di lavoro composti da ragazze/i e docenti, sotto lo sguardo incuriosito dei residenti della Terravecchia.

Le idee progettuali saranno rese pubbliche ed esposte durante la 2^ Mostra Didattica di fine anno del Liceo Artistico, che si terrà nei locali dello splendido Palazzo Coccia, con la speranza da un lato di suscitare interesse e riflessioni sul futuro urbanistico-architettonico della nostra città, e dall'altro di sottolineare il grande valore di una scuola, il Liceo Artistico "Sacro Cuore" appunto, che ha una storia ormai cinquantennale e che vale la pena di conoscere, di visitare, di apprezzare.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento