Lunedì, 15 Luglio 2024
SALVATAGGI / Orta Nova

Si tuffa nel fiume e non riemerge più, salvato da due amici 27enni: "Abbiamo fatto il nostro dovere"

La testimonianza di Alberto Artuso, il 27enne di Orta Nova in servizio presso l'aeroporto di Orio al Serio di Bergamo, che il 18 giugno, insieme all'amico Antonio De Vivo, ha salvato la vita a un 32enne

Deve la sua vita ad Alberto Artuso e ad Antonio Di Vivo, entrambi 27enni rispettivamente di Orta Nova e della provincia di Napoli, il 32enne che intorno alle 16 del pomeriggio del 18 giugno, ha rischiato di annegare nel fiume Serio, a Nembro, in provincia di Bergamo. Provvidenziale e decisivo si è rivelato l'intervento dei due amici che quando hanno notato il bagnante in evidente difficoltà, si sono precipitati in acqua. 

"Grazie Dio per aver inviato me e il mio grande fratello Antonio a salvare la vita di questo giovane ragazzo. L'essenziale è invisibile agli occhi, è solo con il cuore che si vede davvero" il commento condiviso sui social da Alberto, l'ortese che a Foggiatoday ha ripercorso quei drammatici momenti. "Il ragazzo tossiva sempre. Dopo aver preso il sole, è entrato nel fiume, si è girato, è andato con la testa sott'acqua e non è riemerso più".

A quel punto, Alberto riferisce all'amico di temere per l'incolumità del bagnante e nonostante avesse appena mangiato, decide di tuffarsi: "Ho pensato che dovessi salvarlo, essendo alto 1.87 l'acqua mi arrivava alla gola. Con Antonio lo abbiamo tirato fuori".

I due amici avviano le prime manovre salvavita e nel frattempo allertano i soccorsi. Con gli operatori del 118, sul luogo dell'incidente si precipitano i vigili del fuoco. Alberto e Antonio partecipano a tutte le operazioni di salvataggio e messa in sicurezza dando una mano ai soccorritori. Il 32enne viene trasportato all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. 

"Qualcuno già mi chiama eroe, ma ho fatto soltanto il mio dovere da essere umano che sa essere umano" evidenzia a Foggiatoday l'ex militare dell'Esercito oggi in servizio presso l'aeroporto Orio al Serio di Bergamo presso Sicuritalia, che ambisce a diventare guardia giurata particolare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si tuffa nel fiume e non riemerge più, salvato da due amici 27enni: "Abbiamo fatto il nostro dovere"
FoggiaToday è in caricamento