rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca San Giovanni Rotondo

Tragedia sfiorata a San Giovanni Rotondo, grosso albero precipita sulle strisce blu: "Avevo denunciato più volte il pericolo al Comune"

Questa mattina a San Giovanni Rotondo un albero di grosse dimensioni è caduto sulle strisce blu in zona poliambulatorio. Antonio ha più volte denunciato al Comune la situazione degli alberi pericolanti. I carabinieri forestali, il 20 gennaio, avevano segnalato l’evidente inclinazione di alcuni alberi di grande dimensione ed età

Per quanto talvolta possa sembrare inopportuno l’esercizio di chi attribuisce a San Pio da Pietrelcina il lieto fine di incidenti o circostanze drammatiche, questa mattina a San Giovanni Rotondo c’è chi ha gridato al miracolo quando intorno alle 7.30, un albero di grandi dimensioni, è caduto da una proprietà privata sulle strisce blu della sosta tariffata in zona poliambulatorio. Fortuna ha voluto che in quel preciso istante gli stalli fossero vuoti, altrimenti Antonio avrebbe dovuto fare i conti con gli eventuali danni arrecati ai veicoli o agli automobilisti.

Eppure era stato egli stesso, in più di una occasione, ad annunciare il pericolo imminente di una tragedia. L’ultima volta, l’11 gennaio scorso, quando anche al Comune di San Giovanni Rotondo aveva segnalato la presenza di decine di pini d’Aleppo alti 15 metri, piantati circa 70 anni fa su una particella di proprietà comunale che si affaccia su viale Padre Pio, via Valle Oscura e su un villino di sua proprietà. Nella denuncia Antonio non aveva dimenticato di rimarcare che già nel 2016 alcuni alberi erano caduti nel corso di una abbondante pioggia. Tuttavia, a fronte dei numerosi solleciti, non ci sarebbe stata alcuna risposta dell’Ente comunale.

Nondimeno, i carabinieri forestali, chiamati in causa nella stessa missiva, nel corso di un sopralluogo effettuato il 20 gennaio, avevano accertato e segnalato al sindaco della città di San Pio e alla sezione vigilanza ambientale della Regione Puglia, l’evidente inclinazione di alcuni alberi di grande dimensione ed età, su un’area vicina alla strada, alle abitazioni e alle attività commerciali.

Contattato da Foggiatoday, Antonio non nasconde di aver provato un grosso spavento: “La prima cosa che ho fatto è vedere se sotto l’albero c’erano delle persone. Abbiamo avuto molta paura”. Ha confermato di aver più volte segnalato il pericolo al Comune senza mai ricevere una risposta. 

Alcune riprese effettuate durante l'ultima tempesta di vento che si è abbattuta in Capitanata, hanno evidenziato come effettivamente, soprattutto in caso di forti raffiche, sia concreto il pericolo di caduta alberi.

Mai sapremo se l'episodio di questa mattina rientri o meno tra i miracoli di San Pio, ma scampato il pericolo, possiamo suggerire che da qui in avanti, se non si vuole correre il serio rischio di piangere vite umane o risarcire i danni che la caduta degli alberi provocherebbe alle auto in sosta o in transito sulla strada che porta all'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, è opportuno che chi di competenza intervenga e al più presto.

D'altronde, Antonio è molto preoccupato: "Già da molto tempo sto invitando il Comune a mettere in sicurezza con l'abbattimento di tutti gli alberi pericolanti, la parte iniziale di via Valle Oscura frequentata da numerosi residenti, turisti, e sportivi che percorrono quella strada. Il Comune non solo non interviene, ma non permette nemmeno ai privati di intervenire al fine di evitare tragedie. E quella di oggi ne è la dimostrazione".

WhatsApp Image 2022-02-14 at 11.53.13-2WhatsApp Image 2022-02-14 at 11.52.23-2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia sfiorata a San Giovanni Rotondo, grosso albero precipita sulle strisce blu: "Avevo denunciato più volte il pericolo al Comune"

FoggiaToday è in caricamento