E' caccia ad Aghilar: è pericoloso. "Chi sa qualcosa chiami il 112 o il 113". Vittime terrorizzate portate in località segreta

L'appello: "Chiunque avesse notizie su di lui e sulle altre persone evase può riferirle, nell’anonimato più assoluto e nella massima riservatezza, alle Forze di Polizia chiamando i numeri telefonici 112 o 113".

Aghilar nella foto

Continuano senza sosta le attività di ricerca dei pregiudicati evasi lunedì mattina dalla Casa Circondariale di Foggia. Dei 72 detenuti scappati dal carcere, alla data odierna, ben 61 sono stati catturati dalle Forze dell’Ordine o si sono costituiti.

Rimangono da ricercare 11 persone. Tra costoro spicca il nome di Cristoforo Aghilar, l’uomo di 36 anni, accusato di aver assassinato, lo scorso 28 ottobre ad Orta Nova, Filomena Bruno, madre della sua ex fidanzata. 

Una vera e propria caccia all’uomo si è scatenata subito dopo l’evasione di massa di 72 detenuti che, approfittando di una rivolta scoppiata all’interno della Casa di Reclusione di Foggia, lunedì mattina si sono dati alla macchia. Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza sin da subito si sono messi alla caccia dei fuggitivi e già nelle prime ore riuscivano a catturare 35 fuggiaschi che dopo essere stati arrestati, nella stessa serata, sono stati tradotti presso altre Case di Reclusione.

Le ricerche sono proseguite senza sosta anche durante la notte e in tutta la giornata di ieri, con controlli serrati sulle strade e diverse perquisizioni. L’ultimo degli arresti è avvenuto stamani a Pescara. Nel frattempo la Procura della Repubblica di Foggia ha aperto un fascicolo processuale sui disordini e ha avviato il coordinamento delle attività investigative tese alla cattura dei detenuti ancora in libertà. 

Un particolare sforzo viene profuso per la cattura di Aghilar: "chiunque avesse notizie su di lui e sulle altre persone evase può riferirle, nell’anonimato più assoluto e nella massima riservatezza, alle Forze di Polizia chiamando i numeri telefonici 112 o 113".

"Abbiamo appreso della notizia che Cristoforo Aghilar era fuggito, dopo po pochi minuti dalla maxi evasione", spiega a FoggiaToday il legale della famiglia Bruno, l'avvocato Michele Sodrio. "I miei clienti mi hanno subito tempestato di telefonate perché erano terrorizzati all'idea che l'omicida potesse tornare per completare la sua opera".

"Questa volta devo dare atto ai carabinieri - continua il legale - di essere stati molto diligenti, perché fin da subito tutti i familiari della povera Filomena (tre figli, anziana madre e fratello Antonio) sono stati messi in sicurezza presso le loro abitazioni e tenuta una sorveglianza fissa con ben due pattuglie".

"Ieri sera poi mi hanno contattato per avvisarmi che erano stati trasferiti in una località segreta e accolti un una casa-rifugio. Sono sempre terrorizzati, ma sono al sicuro in questo momento. Ci auguriamo che Aghilar sia catturato al più presto, perché si tratta di un criminale della massima pericolosità, che non avrebbe alcuno scrupolo a commettere altri omicidi efferati. Abbiamo fiducia nelle forze dell'ordine e sono certo che la sua fuga terminerà a breve".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aggiornato alle ore 13.00

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • Uomo sparisce nel nulla: di lui non si hanno più notizie da venerdì, era andato da Peschici a Termoli con un amico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento