menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Agguato Zammarano

Agguato Zammarano

Agguato Zammarano, lunedì vertice in Prefettura. Bianco: “L’esercito, se necessario”

Prima gli spari contro l'auto dell'imprenditore edile, poi l'incendio del bar Montebianco in via Monfalcone. Mongelli, Latella, Costantini, Drago, Murano e Biancofiore parteciperanno alla riunione sulla sicurezza

“Sulla sicurezza in città, Gianni Mongelli e Luisa Latella prendano esempio dal sindaco di Milano”. Antonio Bianco, presidente dell’associazione Capitanata Mia, trova assurda l’escalation di violenza che si sta consumando in questi giorni in città: dall’agguato di via Pellegrino Graziani all’incendio del bar Montebianco in via Monfalcone, dall’auto bruciata in piazza Addolorata a quelle ripulite di via Manzoni. “Non è possibile che i foggiani debbano guardarsi continuamente alle spalle e convivere con la paura” continua Bianco – che rilancia – “L’alternativa è l’esercito. Come Milano anche Foggia può”.

In merito agli spari contro l’auto dell’imprenditore edile, Arturo Zammarano, la prossima settimana presso la prefettura di Foggia, la dott.ssa Latella presiederà la riunione del comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, alla quale parteciperanno il commissario straordinario della Provincia, Fabio Costantini, il sindaco Mongelli, il procuratore aggiunto della DDA di Bari, Pasquale Drago, il procuratore della Repubblica presso il tribunale di Foggia, Giuseppe Murano e il presidente provinciale dell’A.N.C.E., Gerardo Biancofiore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento