Medici al Prefetto di Foggia: “Aumentare il livello di sicurezza nella sedi di guardia medica”

Incontro tra la componente medica, Maria Tirone e le forze dell’ordine dopo l’episodio del medico aggredito presso la sede della Guardia Medica di Ascoli Satriano

Foto d'archivio

“Abbiamo molto apprezzato la grande sensibilità del Prefetto di Foggia, la dottoressa Maria Tirone, che, assieme alle forze dell’ordine, con estrema sollecitudine ha dato riconoscimento al ruolo ed al delicato compito svolto dalla Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica), incontrando tempestivamente la componente medica dopo l’episodio di violenta aggressione nei confronti del collega in servizio presso la sede di Guardia Medica di Ascoli Satriano e proponendo alla Asl misure concrete per aumentare il livello di sicurezza soprattutto nelle sedi di servizio che, per allocazione o per motivi particolari, risultino essere a rischio di atti di violenza.” ha dichiarato Maria Cassanelli, segretario provinciale del settore Continuità Assistenziale della F.I.M.M.G. (Federazione Italiana Medici Medicina Generale).

“Già nel 2010 i medici di questo settore, all’indomani della tentata violenza ai danni della collega in servizio a Rignano Garganico, hanno contribuito a svolgere una dettagliata ricognizione di tutte le sedi di Guardia Medica che presentavano gravi situazioni di insicurezza e degrado. Siamo disponibili ad aggiornare tali dati e a suggerire alla Azienda Sanitaria le situazioni più incresciose e bisognose di interventi, con il più vivo auspicio di pronto ripristino di condizioni di sicurezza e serenità per gli operatori sanitari della notte e dei giorni festivi.” ha aggiunto Cassanelli.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, sarebbe nostro auspicio avere l’opportunità di poter esplicitare personalmente al signor Prefetto tutte le criticità e la precarietà di una tipologia di lavoro che anno dopo anno si tinge sempre più di “rosa”, per l’aumento numerico delle donne che lo svolgono, e, speriamo, con il contributo di tutti, sindaci e cittadini compresi, sempre meno di “rosso”! ha concluso la segretaria provinciale del settore Continuità Assistenziale della F.I.M.M.G.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento