rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca

"Eravamo gli eroi del Covid, ora ci prendono a schiaffi"

Aggressioni verbali ma anche fisiche nei confronti di Infermieri e operatori socio sanitari del pronto soccorso di Foggia

Del clima infuocato che si respira nei locali del pronto soccorso di Foggia, non solo per le alte temperature registrate in questi giorni, se n'è parlato già abbastanza. Della carenza di medici anche 


Molto meno, però, del difficile compito assunto da infermieri e oss, costretti - tuttavia - a subire aggressioni verbali o talvolta anche fisiche. "Prima eravamo gli eroi, ora ci prendono a schiaffi in faccia" tuona un sanitario del policlinico Riuniti mentre lamenta una situazione diventata oramai insostenibile. "C'è chi arriva con il coltello tra i denti, non ci fanno nemmeno parlare" spiega.

Eppure, evidenzia un infermiere, "aiutiamo tutti e ci prendiamo cura di tutti". A loro è affidata anche la gestione dei momenti più caldi. "Facciamo da scudo ai medici". Lamentele e pretese sono all'ordine del giorno. "Non possiamo perdere la calma, ma veniamo attaccati ingiustamente".

Pertanto, rimandano al mittente le polemiche di chi ritiene che nel presidio di primo intervento si lavori poco o male. Tutt'altro. "Ci mettiamo a disposizione anche di chi arriva da noi senza averne bisogno, proviamo ad accelerare le operazioni di intervento, facciamo turni massacranti, salviamo anche noi vite umane".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Eravamo gli eroi del Covid, ora ci prendono a schiaffi"

FoggiaToday è in caricamento