menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monteleone: aggrediscono vigile con calci e pugni, arrestati padre e figlio

L'agente di Polizia Municipale si era recato presso l'abitazione degli aggressori per effettuare degli accertamenti in materia edilizia. I due incensurati hanno sottratto al vigile anche una macchina fotografica .

Nel pomeriggio di venerdì 8 luglio un vigile urbano di Monteleone di Puglia, è stato insultato e aggredito con calci e pugni da un artigiano 48enne e dal figlio di anni 21. Oltre a varie lesioni risultate guaribili in cinque giorni, la vittima ha subito lo strappo della camicia, la rottura degli occhiali da sole e il furto della macchina fotografica in dotazione al comando di Polizia Municipale.

Il vigile si era recato in località “Cimitero” per effettuare un sopralluogo presso un manufatto in costruzione alle spalle dell’abitazione della famiglia degli aggressori. L’agente di polizia municipale non ha avuto nemmeno il tempo di bussare alla porta e di presentarsi. E’ stato aggredito all’istante dai due incensurati, consapevoli del controllo che doveva essere svolto per accertamenti in materia edilizia.

La macchina fotografica sottratta veniva rinvenuta dai carabinieri del posto e da quelli di Cerignola in un fondo agricolo confinante con il luogo dell’aggressione, sprovvista di batteria e della sim card. Alla luce di quanto accertato, padre e figlio venivano dichiarati in stato d’arresto per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale nonché rapina impropria dell’apparato fotografico.

Entrambi si trovano presso la casa circondariale di Foggia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento