Ragazzini violenti: paura e rabbia al Rione Martucci, l'uomo picchiato dalla baby gang ha riportato la frattura dell'omero

Increscioso episodio ieri sera al Rione Martucci di Foggia dove un uomo di 63 anni è stato aggredito da una banda di ragazzini dai 13 ai 15 anni per via di un rimprovero e di un invito ad allontanarsi dalla proprietà privata

Dal Rione Martucci di Foggia

La frattura dell'omero destro e quaranta giorni di prognosi: questo il responso medico sulla brutale aggressione avvenuta ieri sera al Rione Martucci di Foggia da parte di una gang di ragazzini dai 13 ai 15 anni, che da alcune settimane seminerebbe il panico tra i residenti, creerebbe scompiglio e provocherebbe danni alle proprietà private. 

Intorno alle 21 di ieri sera, un uomo di 63 anni è stato aggredito verbalmente, accerchiato e picchiato dalla banda composta da una quindicina di ragazzini, che la vittima aveva semplicemente redarguito e invitato ad allontanarsi dalla proprietà privata. "Purtroppo siamo circondati da questi ragazzi che provocano panico e caos, più volte i residenti si sono visti costretti a scendere in strada per riprenderli" denuncia una residente.

La situazione sarebbe diventata insostenibile: urla, calci ai portoni delle abitazioni, musica ad alto volume, risse e insulti. "Non ce la facciamo più" tuonano dal Rione Martucci

L'uomo è ancora in ospedale per accertamenti. Sul caso indaga la polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento