Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca San Ciro / Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto

Sdraiato per terra vicino ai binari, la Polfer pensa a un malore: lui si alza e li aggredisce con calci e pugni

E’ accaduto alla Stazione ferroviaria di Foggia. Un 31enne tunisino e senza fissa dimora è stato arrestato e trasferito in carcere

Era sdraiato per terra sul marciapiede antistante il primo binario, come se fosse stato colto da malore. Per questo motivo gli agenti della Polfer di Foggia si sono avvicinati per assicurarsi delle sue condizioni di salute e se fosse necessario l’intervento del 118. All’improvviso, però, l’uomo, senza alcuna spiegazione, ha iniziato ad inveire contro gli uomini in divisa minacciandoli di morte.

Nonostante i tentativi di calmarlo,  nel tentativo di sottrarsi agli operatori, il tunisino ha cercato di guadagnare l’uscita ma è stato prontamente bloccato. A quel punto ha reagito con violenza contro un agente, spintonandolo e sferrandogli calci e pugni.

K.H., 31enne pregiudicato senza fissa dimora, è stato arrestato con l’accusa di lesioni, violenza, resistenza e minacce. La polizia ferroviaria ha inoltre richiesto l’intervento del 118 poiché l’uomo continuava a dimenarsi in evidente stato d’agitazione. Prima di essere trasferito in carcere è stato accompagnato presso il locale Pronto Soccorso per le cure del caso

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sdraiato per terra vicino ai binari, la Polfer pensa a un malore: lui si alza e li aggredisce con calci e pugni

FoggiaToday è in caricamento