menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Aggredisce ragazzo e scappa tra le bancarelle del 'Rosati', poi minaccia poliziotti con il collo rotto di una bottiglia

Jaite, arrestato per lesioni, resistenza e minacce a pubblico ufficiale, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia in attesa di processo per direttissima

Nella mattinata di ieri, nel corso di una preordinata attività di controllo del territorio, gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Volanti e della Polizia di Quartiere della locale Questura, hanno arrestato il cittadino senegalese incensurato Mohamed Jaite classe 1996, per lesioni, resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale.

Intorno alle 12, a seguito di varie segnalazione giunte a 113 della Questura di Foggia, gli agenti della Polizia di Stato, della Squadra Volante e della Polizia di Quartiere, sono intervenuti per segnalare un'aggressione ai danni di un ragazzo ad opera di un cittadino extracomunitario avvenuta in largo Giovanni Paolo II. 

Agli agenti i presenti hanno riferito che l’aggressore era fuggito in direzione del Mercato Rosati fornendone la descrizione. Ne è nato un inseguimento a piedi tra le bancarelle del mercato, dove il fuggitivo, rintracciato, con fare minaccioso agitava il collo rotto di una bottiglia di vetro. Lo straniero, immobilizzato e costretto a lasciar cadere "l'arma" a terra, veniva tratto in arresto.

Jaite, arrestato per lesioni, resistenza e minacce a pubblico ufficiale, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia in attesa di processo per direttissima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento