Rimproverato dallo zio, nipote sale in casa e gli rompe la spalliera del letto in testa: arrestato

Una banale lite rischiava di trasformarsi in tragedia. I carabinieri hanno arrestato il 22enne Michele La Macchia, lo zio – con una ferita alla testa e al polso – guarirà in sette giorni

Michele La Macchia

In seguito ad una segnalazione giunta al centralino del 112 – di una lite in famiglia con un ferito - i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Manfredonia, giunti immediatamente sul posto, hanno trovato un uomo sanguinante per via di un taglio alla testa e ad un polso.

Mentre venivano prestati i primissimi soccorsi dal personale sanitario, dalla ricostruzione dei militari dell’Arma emergeva che vi era stata una discussione per futili motivi sfociata in lite tra la vittima e il nipote convivente, il 22enne Michele La Macchia, tratto in arresto per lesioni personali dolose aggravate, nonché deferito per minaccia aggravata.

I nipoti, rientrati da un compleanno, si erano intrattenuti al piano terra facendo rumore e ridendo, disturbando però il riposo dello zio al piano superiore, il quale, affacciatosi per rimproverarli ed ammonirli di smetterla, faceva presente che stavano disturbando anche la nonna inferma.

A quel punto il 22enne ha raggiunto lo zio e con un pezzo della spalliera della camera da letto, lo brandiva minacciandolo e colpendolo con violenza, provocandogli una lesione con fuoriuscita di sangue sia al capo che al polso, con cui l’uomo aveva tentato vanamente di parare il colpo. Non pago dell’aggressione, inveiva contro il malcapitato minacciandolo di morte anche davanti ai carabinieri.

Michele La Macchia è stato quindi condotto al Comando Compagnia di Manfredonia e al termine degli accertamenti dichiarato in stato di arresto e tradotto presso il carcere di Foggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Lo zio è stato dimesso dal Pronto Soccorso di Manfredonia con una prognosi di sette giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

Torna su
FoggiaToday è in caricamento